Napoli-Juventus, Allegri: “Aspettative troppo alte in Champions. Cristiano Ronaldo sta bene e domani gioca”

Il tecnico bianconero ha presentato in conferenza stampa il big match del San Paolo.

Mancano ancora dieci giorni alla sfida di ritorno di Champions League ma, nonostante ci siano due gare di campionato, i tifosi della Juventus non fanno altro che pensare all’Atletico Madrid. Tuttavia, la Vecchia Signora non deve distrarsi visto che domani, molto probabilmente, andrà in scena la sfida che può decidere lo scudetto con due mesi di anticipo: quella contro il Napoli.

A Torino, la Juve si imposte 3-1 sugli azzurri in rimonta grazie ad una doppietta di Mandzukic e al gol di Bonucci, ma vincere domani significherebbe scrivere la parola fine al campionato. Battendo il Napoli, la Juve si porterebbe a +16, un vantaggio molto corposo che permetterebbe ai bianconeri di concentrarsi esclusivamente alla gara contro l’Atletico. Ecco perché Massimiliano Allegri non vuole che si pensi alla Champions, ma solo alla partita di domani, dove si aspetta una grande partita da parte della sua squadra. Il tecnico bianconero ha presentato questa mattina il match del San Paolo in conferenza stampa, ma la prima domanda è stata sui motivi della sua uscita a sorpresa dai social: Questo è un problema. Uno perché scrivevo un messaggio dopo la partita, non sono mai stato un grande seguace di questi social e la ritrovo una cosa normale. normale come sono entrato e normale come sono uscito. Ero a cena, parlavo non ricordo di cosa e ho deciso di  chiudere i social. La trovo una cosa normale, un essere umano che esce dai social” ha affermato Allegri, sorpreso a sua volta dal clamore che ha generato tale notizia.

Sull’argomento Champions League, Allegri si è detto tranquillo, affermando invece come siano state messe aspettative troppo alte sulla Juve in vista di Madrid, come se dovesse andare lì a vincere in scioltezza: “In Champions siamo lì, capita di perdere 2-0 all’andata, mA dispiace per le reazioni che ci sono state perché si erano create aspettative che la Juve dovesse andare con l’Atletico e vincere 3-0. Questo è da persone poco intelligenti e scollegate dalla realtà. Non scordiamo che nella mia gestione la Juve ha perso 11 volte. Una a Berna e Siviglia con il turno già passato, poi una col Manchester in casa e avete visto come, un’altra l’abbiamo persa a Monaco, che poi avevamo pareggiato, e tutte le altre partite le abbiamo perse con Barcellona, Real e Atletico. Due, due e due. Io non sono amante dei dati, ma questo è un dato. E sono le tre squadre che nel Ranking europeo sono sopra la Juventus. Però chiudiamo questo argomento che se no lunedì prossimo di cosa parliamo?” ha chiosato Allegri, aggiungendo di voler parlare solo della bella sfida di domani contro un grande avversario come il Napoli.

Contro i partenopei, l’allenatore livornese si aspetta una prova decisamente migliore rispetto a quella molto mediocre offerta a Bologna dove i tre punti sono arrivati in modo molto fortunoso. Mentre tutti pensano all’Atletico, Allegri ha solo il Napoli in testa, sa che i tre punti potrebbero essere pesantissimi ed è per questo che domani Cristiano Ronaldo giocherà, nonostante abbia superato solo da due giorni il problema alla caviglia: Sta bene, si è allenato con la squadra e domani giocherà. Per quanto riguarda gli infortunati, Khedira farà controlli e non ci sono date di rientri. Douglas speriamo di recuperarlo per l’Atletico. Gli altri non rientrano. L’unico che possiamo recuperare è Douglas Costa”. 

Sulla partita di domani, Allegri è sicuro che la sua squadra lo farà restare soddisfatto: Domani è una partita che vale molto per lo scudetto perché in caso di risultato positivo le nostre possibilità aumenterebbero tanto. Poi è una grande sfida perché loro vogliono batterci per dimostrare che sono più bravi di noi, ce l’hanno dentro, è una settimana o forse più che preparano questa partita. Noi dovremo fare una partita di grande livello perché si affrontano due squadre che negli ultimi anni hanno lottato per lo scudetto. Io credo che domani non sarà una partita bloccata, il Napoli gioca in modo diretto e troveremo quindi qualche spazio.

Inevitabili, dopo le tante critiche, le domande sul suo futuro alla Juventus il prossimo anno. Allegri si è mostrato tranquillo e sereno, affermando come tutti siano concentrati sull’oggi e non sul domani ed aggiungendo come a fine stagione si siederà ad un tavolo con la dirigenza per decidere se prolungare questo rapporto o di chiudere questa lunga avventura: “Semplice, ho visto il presidente l’altro giorno, che vedo quasi sempre quando è qui a Torino. E come tutti gli anni, visto che siamo in un momento in cui abbiamo domani una bellissima partita, l’Udinese e il ritorno con l’Atletico Madrid, ci vedremo per parlare di come sta andando l’annata e di quale può essere il futuro ma senza nessun problema. Io sono legato alla Juventus, in quattro anni ci siamo tolti tante soddisfazioni. Ci hanno dato per morti prima di essere eliminati, quindi sono venute fuori voci che Allegri va via per una seria di motivi che non sono veri. Io mi vedrò col presidente, parleremo come tutti gli anni e decideremo se continuare o se ognuno andrà per la sua strada. Dopo aver parlato deciderò, deciderà e decideremo cosa fare l’anno prossimo senza nessun problema”.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei