MotoGP, Miguel Oliveira il prossimo anno con Tech 3

KTM protagonista del mercato MotoGP in questi giorni, nei quali il Motomondiale è impegnato nell’appuntamento di Jerez de la Frontera, sede del Gran Premio di Spagna. Dopo aver annunciato prima il rinnovo per due anni dello spagnolo Pol Espargaro e, soprattutto, l’arrivo nel 2019 nel team ufficiale del forte pilota transalpino Johann Zarco, la Casa di Mattinghofen, nell’ambito della nuova partnership con il team Tech 3 di Hervé Poncharal ha favorito l’approdo nel team francese del giovane portoghese Miguel Oliveira, attualmente in Moto2 proprio con la KTM.

Il portoghese Miguel Oliveira, in foto durante il weekend in corso a Jerez, il prossimo anno esordirà in MotoGP con il team Tech 3 (foto da: migueloliveira44.com)

Il 23enne nativo di Almada gareggia nel Motomondiale dal 2011, quando esordì nel campionato 125. Da allora, le prestazioni di Oliveira sono andate progressivamente migliorando, ottenendo per due volte il titolo di vice-campione del mondo, nel 2015 in Moto3 alle spalle dell’inglese Danny Kent e lo scorso anno in Moto2, dietro al nostro Franco Morbidelli. Finora, in 114 gare, Oliveira ha vinto 9 volte (6 in Moto3 e 3 in Moto2), giungendo 24 volte sul podio e ottenendo 4 pole position e 9 giri record.

Nella stagione in corso, il portoghese si trova al 4° posto in classifica, a -14 dal leader Bagnaia, forte di un 5° posto in Qatar e due 3° posti tra Argentina e Texas. “Siamo ancora in una fase iniziale della stagione e, anche se penso di meritare una chance simile, sono davvero felice che alla KTM sia bastato quello che ho fatto finora per fidarsi di me” – ha spiegato un emozionato Oliveira a Motorsport.com – “Ho sempre sognato la MotoGP, ed era il mio obiettivo da realizzare e ci sono riuscito. Devo ancora affrontare una lunga stagione in Moto2, ma il fatto di essere già sicuro del mio futuro mi permetterà di concentrarmi davvero sulla mia guida e sul campionato“.

Ho fatto tutti i passaggi della mia carriera con Red Bull e KTM, dalla Rookies Cup alla MotoGP” – continua Oliveira – “Credo che questo dimostri che anche altri piloti potranno fidarsi di KTM e dei suoi progetti in futuro. Penso di avere le capacità e la voglia di fare bene anche su una MotoGP e darò il massimo“.

Così, invece, Pit Beirer: “Abbiamo una line-up talentuosa e c’è ancora una posizione aperta. È bello sapere che possiamo avere Hervé Poncharal, Aki Ajo e Mike Leitner allo stesso tavolo per decidere le nostre strategie all’interno del paddock. Miguel ha i suoi obiettivi per le vittorie, i podi e il titolo in Moto2 quest’anno, e ha il nostro pieno sostegno per questo. La sua carriera in MotoGP inizierà a Valencia a fine campionato“.

“Per noi, la promozione di Oliveira è un passo importante in ottica futura, perché dimostra che con la nostra struttura si può entrare in questo paddock con la Rookies Cup e, man mano, arrivare fino alla MotoGP” – ha continuato il direttore di KTM Motorsport – “Insieme ad Aki Ajo abbiamo creato il progetto Moto2 proprio per far crescere i nostri piloti per la MotoGP. Non posso quindi non ringraziarlo, perché sta facendo un ottimo lavoro. Sono anche contento del fatto che Miguel ci ritenga il partner ideale per iniziare la sua carriera in MotoGP“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo