MotoGP Gran Bretagna 2018 – Anteprima ed Orari Diretta TV

Reduci dal gran duello tutto iberico Lorenzo vs Marquez andato in scena sui saliscendi del Red Bull Ring, il Circus del Motomondiale si rimette in moto e sbarca in uno dei massimi templi della velocità mondiale, Silverstone. Lo storico circuito del Northamptonshire si appresta questo weekend ad ospitare la 12.esima prova del campionato 2018, nonché soprattutto la 70.esima edizione del Gran Premio di Gran Bretagna. Marc Marquez, saldamente in vetta alla classifica, proverà a puntellare ulteriormente la sua leadership, dovendo guardarsi in particolare dalle due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. I quali, comunque, non sono nemmeno i più prossimi inseguitori del catalano, spettando questo ruolo a Valentino Rossi, staccato di 59 lunghezze ma che coltiva ben poche speranze, viste le continue e ormai croniche difficoltà della M1. Si affilano le spade nelle altre categorie. Francesco Bagnaia e Miguel Oliveira, staccati tra loro di tre punti, proveranno a dare spettacolo anche in terra d’Albione. In Moto3, sono 12 i punti che separano Marco Bezzecchi da Jorge Martin, splendido seppur ‘azzoppato’ in Austria, il quale è pronto a tornare all’assalto del rivale italiano.

Vista dall’alto del circuito di Silverstone, teatro questo weekend del Gran Premio di Gran Bretagna (foto da: motogp.com)

MOTOGP GRAN BRETAGNA 2018 – IL CIRCUITO DI SILVERSTONE

Costruito nel 1943 come aeroporto militare della RAF, Silverstone come circuito vede la luce nel 1947, con i lunghi rettilinei adibiti a piste d’atterraggio che vengono collegati fra loro da curve di vario raggio. Questa storica pista ha ospitato il Motomondiale una prima volta dal 1977 al 1986, per poi cedere la scena a Donington Park. Dal 2010, infine, i bolidi a due ruote sono tornati a Silverstone, fresca del restyling che ne ha portato la lunghezza ai 5.891 metri attuali, per 18 curve (10 a destra e 8 a sinistra). A differenza della Formula 1, che parte sull’International Straight, dov’è posto il nuovo paddock, il Motomondiale ha la linea di partenza/arrivo sullo storico National Straight, dove si trovano i vecchi box. Andiamo a percorrere adesso un giro di pista.

Altra vista, sempre dall’alto, del circuito britannico di Silverstone (foto da: motogp.com)

Partiti come detto dal National Straight, si affronta subito la famosa Copse, seguita dopo un allungo dal mitico trittico Maggots-Becketts-Chapel, da cuore in gola anche con le due ruote. Sfruttando tutta la pista in uscita, quindi, ci si lancia ad altissima velocità sull’Hangar Straight, al termine del quale c’è la staccata della curva Stowe. In discesa, e dopo un rapido cambio di direzione, si giunge alla Vale (esse sinistra-destra), seguito immediatamente dalla Club, che lancia sull’International Straight. Non c’è tregua e si arriva al veloce destra-sinistra formato dalla Abbey e dalla Farm, subito dopo il quale c’è la violenta staccata della Village.

Il layout attuale del circuito di Silverstone (foto da: gpsurvival.com)

Questo è un punto dove le doti di agilità e di accelerazione risultano fondamentali, una volta rialzata la moto nel cambio di direzione successivo, andando ad affrontare il lento tornantino The Loop. In uscita, superata la Aintree, ci si fionda nell’ultima parte del circuito, percorrendo il Wellington Straight, al termine del quale ci si riunisce al vecchio tracciato, entrando in piega a sinistra nella Brooklands, seguita dalla lunga Luffield, stavolta a destra. Con la moto che pompa in uscita, i piloti arrivano alla Woodcote e quindi di nuovo sul traguardo.

MOTOGP GRAN BRETAGNA 2018 – IL PRONOSTICO

Come in Austria, anche in Gran Bretagna il pronostico, possiamo dire, è tutto nelle mani di Marc Marquez. Il Cabroncito, pur sconfitto nel testa a testa del Red Bull Ring da un iper combattivo Jorge Lorenzo, ha messo un altro importante tassello nella sua rincorsa al terzo iride consecutivo, allungando a +59 su Valentino Rossi. Così come nell’ultimo appuntamento, Marquez si troverà nella situazione di poter decidere se impostare una gara d’attacco, mettendo anche in conto casomai un errore, oppure pensare ad amministrare e a mettere altro fieno in cascina. Per quanto riguarda più nello specifico il rapporto con Silverstone, il pilota HRC vanta due vittorie, 4 podi e ben 6 pole position.

La gioia di Jorge Lorenzo, dopo aver conquistato la vittoria in Austria, il terzo successo in questo suo 2018 (foto da: twitter.com/tim_walpole)

Anche in Gran Bretagna, presumibilmente, saranno le due Ducati a rivestire il ruolo di rivali principali del sei volte Campione del Mondo. Jorge Lorenzo arriva a Silverstone con il morale a mille dopo la bellissima vittoria in Austria, che lo ha anche riportato, seppur di un solo punto, davanti ad Andrea Dovizioso. Vero che per il discorso iridato è praticamente un’utopia parlarne, avendo Marquez 71 punti di vantaggio sul maiorchino (72 sul Dovi). Ma per la vittoria di tappa Jorge potrà dire sicuramente la sua, con una GP18 che anche nei recentissimi test privati di Misano ha mostrato tutta la sua competitività. Andrea Dovizioso, dal canto suo, è chiamato a rispondere ad un Gran Premio d’Austria che non è andato come nelle previsioni (3°), su un circuito che lo scorso anno lo vide trionfare.

Marc Marquez festeggia il secondo posto del Red Bull Ring, molto importante in ottica iridata (foto da: motogp.com)

Non dovrebbe mutare rispetto alle ultime settimane (o mesi forse) la situazione in Casa Yamaha. Ci sono ben poche speranze, infatti, che Valentino Rossi e Maverick Vinales possano essere della partita per la vittoria. Per il podio, soprattutto il fenomeno di Tavullia potrebbe giocarsi delle carte importanti, ma i problemi della M1 sono lì, evidenti più che mai, e non solo una rimonta su Marquez è fuori discussione, ma presto anche difendere la seconda posizione in classifica dai ducatisti rischia di diventare impossibile. Nel consueto resoconto sui possibili outsider, occhio come sempre ai vari Danilo Petrucci e Cal Crutchlow, spinto dal pubblico di casa, oltre che dalle Suzuki di Andrea Iannone ed Alex Rins. 

GRAN BRETAGNA 2018 – PRONOSTICO MOTO2 E MOTO3

In Austria e non solo, Moto2 e Moto3 hanno regalato dosi industriali di spettacolo ed emozioni. E nulla toglie che anche a Silverstone vada così. Nella Middle Class, c’è attesa per un nuovo capitolo del duello tra Francesco Bagnaia e Miguel Oliveira. Grazie alla vittoria all’ultima curva del Red Bull Ring, il pilota dello SKY Racing Team VR46 ha riconquistato la vetta della classifica, superando il portoghese di tre punti (189 a 186), rendendo ormai chiaro il fatto che il titolo sarà una questione tra loro due. Attenzione, però, a chi potrebbe inserirsi e rubare punti ora all’uno ora all’altro. In rigoroso ordine di classifica, proveranno ad ottenere un risultato di prestigio i vari Alex Marquez, reduce da un 13° e due ritiri nelle ultime tre, Brad Binder, Lorenzo Baldassarri (un solo arrivo a punti nelle ultime quattro uscite) e Joan Mir (se si eccettua il 2° posto del Sachsenring, non vive certo un momento super).

Francesco Bagnaia batte in volata Miguel Oliveira in Austria, riprendendosi la vetta del Mondiale Moto2 (foto da: motogp.com)

Nella Entry Class, allo stesso modo, ci si aspettano scintille in particolare tra Marco Bezzecchi e Jorge Martin. L’italiano, in Austria, in volata ha ottenuto la seconda vittoria stagionale, che gli ha consentito di allungare a +12 sullo spagnolo (158 a 146), fantastico protagonista nonostante condizioni fisiche tutt’altro che perfette. A Silverstone, Bezzecchi dovrà guardarsi dal prevedibile attacco di Martin, che starà sicuramente meglio rispetto a 10 giorni fa. La classifica, però, non è chiusa solo ai due summenzionati piloti. Hanno ancora chance concrete, salvo non sbagliare più da qui alla fine, i vari Fabio Di Giannantonio (121), Aron Canet (118) ed Enea Bastianini (117), con quest’ultimo che, tra i tre, ultimamente è sembrato quello più in palla ed in grado di infastidire Bezzecchi e Martin.

MOTOGP GRAN BRETAGNA 2018 – METEO ED ORARI TV

Questo il meteo previsto per il weekend di Silverstone. Nubi sparse venerdì, con vento forte e temperature sui 15 C°. Meteo un pò più variabile sabato, con nubi sparse per gran parte della giornata e qualche possibilità di pioggia tra le PL4 e le Qualifiche della MotoGP; il vento è dato in attenuazione, mentre le temperature saranno comprese tra gli 11 ed i 16 C°. Cielo poco o parzialmente nuvoloso, infine, per domenica, con vento moderato e temperature ancora comprese tra gli 11 ed i 16 C°. Per quanto riguarda la copertura TV, il Gran Premio di Gran Bretagna sarà visibile in diretta sul satellite (Sky Sport MotoGP HD), mentre andrà in differita sul digitale (TV8).

MOTOMONDIALE GRAN BRETAGNA 2018 SKY (DIRETTA ESCLUSIVA)

Venerdì 24 Agosto

PL1 Moto3 10:00-10:40
PL1 MotoGP 10:55-11:40
PL1 Moto2 11:55-12:40
PL2 Moto3 14:10-14:50
PL2 MotoGP 15:05-15:50
PL2 Moto2 16:05-16:50

Sabato 25 Agosto

PL3 Moto3 10:00-10:40
PL3 MotoGP 10:55-11:40
PL3 Moto2  11:55-12:40
Qualifiche Moto3 13:35-14:15
PL4 MotoGP 14:30-15:00
Q1 MotoGP  15:10-15:25
Q2 MotoGP  15:35-15:50
Qualifiche Moto2 16:05-16:50

Domenica 26 Agosto

Warm Up Moto3 10:00-10:20
Warm Up MotoGP 10:30-10:50
Warm Up Moto2 11:00-11:20
Gara Moto3 12:20
Gara MotoGP 14:00
Gara Moto2 15:30

MOTOMONDIALE GRAN BRETAGNA 2018 TV8 (DIFFERITA)

Sabato 25 Agosto

Studio MotoGP 16:00
Sintesi Qualifiche Moto3, MotoGP e Moto2 17:00
Studio MotoGP 18:15

Domenica 26 Agosto

Studio MotoGP 15:00
Gara Moto3 15:15
Studio MotoGP 16:15
Gara MotoGP 17:00 
Studio MotoGP 18:00
Gara Moto2 18:30 
Studio MotoGP 19:30

MOTOGP GRAN BRETAGNA – ALBO D’ORO (SOLO 500/MOTOGP)

Il Motomondiale corre in Gran Bretagna sin dalla prima edizione del campionato iridato, nel 1949. C’è però una particolarità, ovvero che fino al 1976 il Gran Premio di Gran Bretagna viene rappresentato dal celeberrimo Tourist Trophy dell’Isola di Man, disputato sul mitico ‘Snaefell Mountain Course‘. E’ dal 1977, con l’esclusione del TT dal calendario, che si comincia a parlare di Gran Premio di Gran Bretagna vero e proprio. Questa prova ha visto 23 edizioni disputate sul circuito di Donington Park, mentre altre 18 hanno visto come scenario Silverstone. Valentino Rossi è il pilota più vincente, con 8 successi: 7 a Donington (5 in classe 500/MotoGP (2000-02, 2004-05), uno tra classe 250 (1999) e 125 (1997)) ed uno a Silverstone, in MotoGP (2015). Seguono con 6 vittorie lo spagnolo Angel Nieto (tutte in classe 125 (1978-79, 1981-84)), il tedesco Anton Mang (4 in classe 250 (1978, 1981, 1985, 1987) e 2 in classe 350 (1980-81)) e il sudafricano Kork Ballington (3 in classe 250 (1977, 1979-80) ed altrettanti in classe 350 (1977-79)).

(1977) – Silverstone – Pat Hennen (USA, Suzuki)

(1978) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1979) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1980) – ” ” – Randy Mamola (USA, Suzuki)

(1981) – ” ” – Jack Middelburg (HOL, Suzuki)

(1982) – ” ” – Franco Uncini (ITA, Suzuki)

(1983) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1984) – ” ” – Randy Mamola (USA, Honda)

(1985) – ” ” – Freddie Spencer (USA, Honda)

(1986) – ” ” – Wayne Gardner (AUS, Honda)

(1987) – Donington – Eddie Lawson (USA, Yamaha)

(1988) – ” ” – Wayne Rainey (USA, Yamaha)

(1989) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1990) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1991) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1992) – ” ” – Wayne Gardner (AUS, Honda)

(1993) – ” ” – Luca Cadalora (ITA, Yamaha)

(1994) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1995) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1996) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1997) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1998) – ” ” – Simon Crafar (NZL, Yamaha)

(1999) – ” ” – Alex Criville (SPA, Honda)

(2000) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Honda)

(2001) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Honda)

(2002) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Honda)

(2003) – ” ” – Max Biaggi (ITA, Honda)

(2004) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2005) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2006) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

(2007) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Ducati)

(2008) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Ducati)

(2009) – ” ” – Andrea Dovizioso (ITA, Honda)

(2010) – Silverstone – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2011) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Honda)

(2012) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2013) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2014) – ” ” – Marc Marquez (SPA, Honda)

(2015) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2016) – ” ” – Maverick Vinales (SPA, Suzuki)

(2017) – ” ” – Andrea Dovizioso (ITA, Ducati)

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo