MotoGP, Ezpeleta chiude ad un ritorno di Spa nel calendario

Lo scorso 12 Gennaio venne diffusa la notizia dell’interesse da parte del direttore del circuito belga di Spa Francorchamps, Nathalie Maillet, di riportare il Motomondiale sui saliscendi delle Ardenne (clicca qui). Un progetto a medio termine, destinato a prender corpo per il 2020.

Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna (foto da: derapate.allaguida.it)

A stoppare qualsiasi speculazione al riguardo, però, ci ha pensato Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna. Raggiunto da Crash.net, lo spagnolo ha descritto (com’era ovvio) lo storico tracciato belga come troppo pericoloso per le moto. “Ci hanno contattato la scorsa estate. Ma, da parte nostra, il problema principale è la sicurezza. E’ praticamente impossibile omologare Spa per la MotoGP“, ha spiegato Ezpeleta.

Stavamo discutendo con gli organizzatori per la Superbike, in quanto hanno proposto di apportare alcune modifiche” – prosegue il CEO della Dorna – “Ma abbiamo ancora bisogno di parlarne. Per la MotoGP, invece, non penso ci siano margini di manovra“.

In conclusione, Ezpeleta ha parlato anche di altri circuiti che potrebbero entrare a breve nel calendario del Motomondiale: “Stiamo ancora discutendo. Ad esempio, il progetto in Indonesia sta progredendo e stiamo parlando anche con la Thailandia. Buriram è un circuito che ci interessa. La Finlandia probabilmente entrerà a partire dal 2019, e non dal 2018 come inizialmente si era detto. Ma dipende tutto da loro. Stanno lavorando duramente e se riusciranno ad ottenere l’omologazione per il 2018, allora si correrà lì il prossimo anno. Altrimenti ci andremo nel 2019“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo