MotoGP, Bradley Smith: “La KTM è all’80% del proprio potenziale”

La KTM si prepara all’esordio in classe MotoGP, dopo l’assaggio del Gran Premio della Comunitat Valenciana del Novembre 2016. La Casa austriaca, per questa sua prima stagione completa nella classe regina del motociclismo, schiererà la nuovissima RC16, unica del lotto con il telaio a traliccio. In sella l’inglese Bradley Smith e lo spagnolo Pol Espargaro, con quest’ultimo che, negli ultimi test di Phillip Island, si è portato ad 1.3 secondi da Maverick Vinales.

Bradley Smith, uno dei due piloti titolari della KTM, nella prima stagione in MotoGP della Casa austriaca (foto da: actionsportsconnection.wor)

Così Bradley Smith, a Motorsport.com: “Quando abbiamo cominciato a mettere mano sulla moto, dopo il lavoro dello scorso anno, ci siamo trovati ad avere a disposizione già una solida base. Diciamo che era già al 70%. Dopo i test di queste settimane, possiamo dire di essere all’80% del potenziale della moto“.

Visto il poco tempo che abbiamo avuto a disposizione, sono davvero felicissimo di dove ci troviamo adesso” – continua il centauro inglese – “Abbiamo 35 ragazzi, nel team, che lavorano sodo per spingere la moto al suo massimo. Sappiamo di essere 15 anni indietro agli altri costruttori, ma ciò non ci spaventa“.

Stiamo sviluppando la moto alla massima velocità possibile, e sinceramente ancora non siamo certi di quali siano i suoi punti deboli e i suoi punti di forza” – spiega Smith – “Se proprio devo indicare qualcosa, direi le curve veloci. Credo che abbiamo dei punti dove potenzialmente potremmo essere davvero forti. Al momento, comunque, non voglio azzardare nessuna previsione. Non ci resta che aspettare e vedere dove ci troveremo durante il primo weekend in Qatar“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo