MotoGP 2020, Suppo: “Rossi è ancora competitivo”

Livio Suppo, dopo tanto tempo dal suo addio alla MotoGP, è tornato a parlare delle stagioni vissute nel Motomondiale.

Quando nel 2017 lasciò, a sorpresa, la Honda, in molti pensavano che quello di Livio Suppo fosse soltanto un anno sabbatico, per poi accettare un altra sfida. Invece non è stato cosi.

In queste ore, l’ex capo di HRC ha parlato a Motorsport e Paddock. Tra i tanti argomenti toccati il futuro di Valentino Rossi, affermando che fa bene a continuare, in quanto è ancora veloce e competitivo: “Valentino va assolutamente forte e non è assolutamente, ridicolo“.

Invece non vede il campione di Tavullia nel 2021 in Petronas, a meno che non voglia continuare soltanto per divertirsi e non con lo scopo di andare a caccia di un decimo titolo che è soltanto una chimera.

L’ex manager di Ducati e Honda è tornato sull’episodio di Sepang 2015 affermando che l’unico modo per non far mettere in mezzo Marquez nella lotta tra Lorenzo e Rossi era di far tornare ai box i suoi piloti; ma non sarebbe stato giusto, soprattutto nei confronti di tifosi e sponsor.

Suppo ha parlato del duello mancato, di cui si è tanto discusso in questi anni, fra Marc Marquez e Casey Stoner, descrivendoli come talenti eccezionali ed esprimendo al tempo stesso rammarico per non averli potuti ammirare insieme in pista.

Proprio sul mancato confronto fra i due, non crede all’ipotesi che la presenza dell’australiano avrebbe fatto vincere di meno Marquez, in quanto il fenomeno di Cervera è comunque riuscito a battere campioni del calibro di Rossi, Lorenzo e Pedrosa.

Capitolo Ducati. Artefice assieme a Filippo Preziosi della decisione della Casa di Borgo Panigale di accettare la sfida della MotoGP, Suppo ha paragonato il percorso della Ducati a quello fatto dalla Suzuki, mentre ha giustificato nei regolamenti diversi le difficoltà di Aprilia e Ktm.

Proprio sulle critiche sul mercato piloti 2021 ha difeso la sua ex squadra, dicendo che sarebbe valsa la pena cambiare soltanto per ingaggiare Marquez; non essendoci riusciti, è stato giusto tenere Dovizioso, avendo in casa anche giovani forti come Miller e Bagnaia.

 

 

 

 

 

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Massimiliano Amato

Informazioni sull'autore
Appassionato di Moto GP e Formula 1.
Tutti i post di Massimiliano Amato