MotoGP 2020, Razali: “Rossi non ha alternative alla Petronas”

Razlan Razali chiede a Valentino Rossi di accelerare i tempi, comunicandogli il prima possibile se intende correre con la Petronas nel 2021.

Fino a qualche settimana fa, il passaggio di Rossi in Petronas nella prossima stagione veniva dato per scontato nel caso avesse deciso di continuare a correre. Invece ora non sembra più così. 

Razali, intervistato dal sito The Race, ancora una volta ammette che con il terzo classificato della gara virtuale di Domenica a Misano non ci sono stati contatti diretti. “Chi sarà il sostituto di Fabio? Certo, il discorso è che sarà Valentino, ma al momento non ne abbiamo parlato”. 

Infatti il Dottore sembra voler riflettere bene, e per questo la scorsa settimana aveva provato insieme alla Yamaha ad organizzare un test in Austria, proprio per avere un riscontro in pista prima di prendere una decisione.

Il team principal della Petronas, fa capire qual’è l’ostacolo alla chiusura dalle trattativa con il nove volte campione del mondo. “Mi è stato detto che non vuole che lo prendiamo perché Yamaha vuole che lo facciamo. Che gli piaccia o no, non può andare in nessun altro team ufficiale e per un anno non ha altra scelta che venire da noi“.

Il manager malese, inoltre, ha spiegato che Rossi conosce la moto, ha molta esperienza e nonostante l’età si allena molto, e per questo è l’erede ideale di Quartararo, a patto accetti di portarsi con sé al massimo due persone, e non di stravolgere la squadra.

Il compagno di box di Valentino non sarà Lorenzo. Razali, pur ammettendo che lo spagnolo gli ha chiesto di correre per la Petronas nel 2021, vuole confermare Morbidelli. “È importante per noi avere un po’ di stabilità ed è importante per noi continuare a lavorare con il pilota che già abbiamo. Frankie è giovane, è il futuro della squadra e dobbiamo porre molta fiducia su di lui”.

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus