Mondiali Mountain bike XCE 2022: Gaia Tormena leggendaria, tris mondiale a Barcellona

La valdostana, vincitrice della Coppa del Mondo e del titolo nazionale ed europeo nonché iridata in carica,conferma il titolo tra le strade di Barcellona davanti alla transalpina Clauzure e alla svedese Holmgard. Terzo titolo mondiale e stagione da sogno.

Gaia Tormena è sempre più nella leggenda. La ventenne valdostana, tesserata per il G.S LUPI VALLE D’AOSTA, ha vinto il terzo titolo mondiale della carriera nella prova di eliminator della mountain bike, confermando il titolo iridato che aveva vinto sulle strade di Graz lo scorso anno e, soprattutto, ha centrato il triplete di specialità dopo aver già vinto il titolo nazionale e il titolo europeo la scorsa estate sulle strade amiche di La Thuile e quelle lusitane di Anadia.

Gaia Tormena, 20 anni, festeggia in maglia iridata e con la medaglia d’oro tra i denti assieme al ct Mirko Celestino (48, a sinistra) il terzo titolo iridato in quattro edizioni.

La prova odierna, che si è disputata sulle strade di Montjuic nella provincia di Barcellona, ha visto Tormena precedere sul traguardo la francese Clauzure e la svedese Holmgard, confermando le ottime qualifiche disputate in mattinata che aveva chiuso col primo tempo proprio dinnanzi alle due già citate Clauzure e Holmgard.

“è incredibile. La classica ciliegina sulla torta, si può dire”, ha detto divertita la biker azzurra, “Sapevo già che Barcellona fosse la pista cucita perfettamente per me. La amo davvero molto, ed ero molto calma e concentrata anche nella batteria finale. Non sentivo nemmeno che stessi gareggiando al campionato del mondo. Ma vedendo tutte le bandiere arcobaleno sul traguardo, ho realizzato di aver vinto il mio terzo titolo mondiale. Fantastico!!”.

Con questa vittoria, oltre al già citato triplete, la ventenne aostana ha potuto chiudere il cerchio in una stagione da sogno per lei, che ha vinto anche la Coppa del Mondo per la terza volta in carriera grazie al successo ottenuto sulle strade parigine, che saranno ospiti delle prossime Olimpiadi del 2024.

Un successo straordinario e cristallino, che conferma lo strapotere dell’azzurra che, grazie alla sua polivalenza in tutte le discipline (si è laureata recentemente campionessa nazionale anche di Enduro e vanta titoli anche nell’XCO, il cross country olimpico), si può essere fiduciosi su una possibile partecipazione della ventenne campionessa del mondo nella prova olimpica per emulare le gesta della grande Paola Pezzo, che nel 1996 e nel 2000 si tinse d’oro nelle prove olimpiche di cross country tra le strade americane di Atlanta e quelle australiane di Sydney.

Ma questa è un’altra storia. Ad oggi, questa ventenne nata tra le montagne della Valle d’Aosta ha riscritto un’altra pagina di storia dell’Eliminator della mountain bike ad un’età dove, solitamente, si cerca di emergere nello sport in cui si è portati.

A soli vent’anni, Gaia è già nella leggenda. e, vista l’età e il potenziale che ancora può esprimere, sono pronte altre pagine leggendarie da scrivere. Col calco, dal bellissimo colore arcobaleno, di Gaia Tormena.