Mondiali ciclismo su pista: pazzesca Fidanza, è oro nello scratch

Partenza col botto degli azzurri ai mondiali di ciclismo su pista di Roubaix: la ventidueenne bergamasca domina la prova dello scratch e conquista la maglia iridata davanti a Van der Duin e Valente.

Fidanza, in latino, significa fiducia. Non casualmente, vi si trova nella parola fidanzata o fidanzato, dal momento in cui quando s’instaura una relazione sentimentale, che sia con un uomo o con una donna, si metta in gioco in primis la fiducia verso il proprio o la propria partner.

Traslato al ciclismo, la nostra fiducia è stata riposta (e ripagata), in Martina Fidanza. La ventidueenne bergamasca, già vincitrice tra le juniores di due maglie iridate e di svariati titoli europei tra scratch, americana e omnium nel ciclismo su pista, questa sera ha colorato d’oro lo Stab Velodrome di Roubaix, dominando i 15 km che caratterizzano la gara dello scratch.

Lo ha fatto, grazie ad un grande acume tattico e, soprattutto, ad una sparata micidiale negli ultimi due giri, degna del miglior Ballan ai mondiali del 2008 di Varese, quando partì a due chilometri e mezzo dal traguardo per andare a vincere il mondiale su strada nella rassegna iridata casalinga di quell’anno.

Questo oro, invece ha una doppia valenza: intanto, perché è il primo oro conquistato da Fidanza tra le élite, che la fa esplodere e la consacra definitivamente come una delle migliori cicliste su pista azzurre, in grado di saper sfidare e, come oggi, battere cicliste più forti come Van der Duin e Valente, oggi giunte rispettivamente seconda e terza.

Inoltre, viene conquistato a due passi da quel velodromo aperto dove, solo diciassette giorni fa, Sonny Colbrelli entrava nella leggenda del ciclismo, andando ad imporsi nella Regina delle Classiche come la Parigi-Roubaix.

Questa volta non c’è il fango a contraddistinguere le gesta eroiche, Tuttavia, come per Colbrelli, anche per Fidanza ci sono le lacrime di commozione per il raggiungimento di un traguardo storico, che le ha portato in dote il terzo titolo personale su pista a soli 22 anni, con un futuro ancora da scrivere.

E, come per Sonny, anche per Martina sono lacrime d’oro. Se vengono piante in casa dei cugini d’Oltralpe, poi, è ancora più bello.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€