Milan-Juventus, Allegri: “Troppo emotivi contro lo United. Domani faremo una bella partita, vogliamo chiudere bene prima della sosta”

Il tecnico ha presentato il match di San Siro di domani sera contro i rossoneri.

La sconfitta, la prima stagionale, patita contro il Manchester United brucia ancora parecchio alla Juventus che non è riuscita a chiudere discorso qualificazione e primo posto in Champions League. Domani, però, la Vecchia Signora ha subito l’opportunità di rifarsi andando a San Siro e vincendo contro il MilanUna partita assolutamente da non perdere e che va al di là di quello che può dire la classifica.

Questa mattina, alla Continassa, Allegri ha presentato la partita contro i rossoneri, analizzando prima la sconfitta contro lo United. Per il mister bianconero, la squadra ha giocato una bella partita ma non è riuscita a chiudere il match, subendo la rimonta inglese a causa della poca lucidità dopo il pari: “Ci siamo fatti prendere un po’ troppo dall’emotività, forse perché il pareggio poteva sembrare un’ingiustizia per la partita che la squadra aveva giocato, ma in quei momenti bisogna essere molto lucidi”. Il tecnico livornese ha affermato come è stato un vero peccato non poter chiudere il discorso qualificazione, ma che ormai è inutile piangere sul latte versato.

Tornando alla partita contro il Milan, Allegri ci tiene a raggiungere la sosta nel migliore dei modi. La partita non sarà facile perché si tratta sempre di una grande sfida tra le due squadre più importanti del calcio italiano, ma il tecnico bianconero è convinto che i suoi domani faranno una grande partita sotto tutti i punti di vista: “Noi dobbiamo fare una grande partita sotto il piano della tecnica e anche della fisicità per uscire da San Siro con un risultato positivo.Bisogna chiudere nel migliore dei modi e dobbiamo farlo domenica sera”. 

Allegri ha poi elogiato Gattuso, cresciuto tantissimo come allenatore. Nonostante i tanti problemi accorsi in questa prima parte di stagione, Gattuso è riuscito a portare il Milan al quarto posto ed ha ottenuto risultati incoraggianti nelle ultime settimane, fortificando la sua posizione sulla panchina: Bisogna fargli i complimenti per come è migliorato, il Milan gioca bene ed è quarto, sta facendo un’annata importante” ha affermato il tecnico bianconero.

Per quanto riguarda le scelte di formazione, in difesa ci saranno i titolarissimi Bonucci Chiellini al centro, mentre come terzini agiranno Alex Sandro Joao Cancelo. Dopo l’ottima prova offerta contro lo United, dovrebbe quindi riposare De Sciglio, con Allegri soddisfatto di quanto fatto dal giocatore mercoledì sera: “Ora è in crescita, non ancora al massimo, ma sono contento di quello che ha fatto”.

Dovrebbe tornare invece titolare Mario Mandzukic, la cui assenza è pesata molto, al fianco dell’inamovibile Cristiano Ronaldo e di Dybala (o uno tra Cuadrado, Douglas Costa Bernardeschi nel caso in cui si giochi con un esterno in più). A centrocampo dovrebbe esserci ancora Pjanic, accompagnato da Matuidi ed uno tra Khedira Bentancur, con il primo favorito. Gli unici che non saranno della partita sono Emre Can Spinazzola, con Allegri che ha fatto sapere che il primo tornerà dopo la sosta ed il suo rientro sarà molto utile, mentre il secondo giocherà ancora con la primavera. 

Domani sarà anche la sfida degli ex, con Higuain e Bonucci che rincontrano le loro ex squadre. Su Higuain, Allegri ha elargito parole al miele, definendolo un grandissimo attaccante, uno dei più forti al mondo e secondo lui non giocherà col dente avvelenato: “Ha dato tantissimo alla Juve, è stato determinante nelle vittorie della Juventus, poi quest’estate è stata fatta una scelta da entrambe le parti e il Milan ha fatto un grande acquisto perché Gonzalo è uno dei migliori centravanti al mondo”. Su Bonucci, invece, il tecnico toscano ha affermato che ad uno come lui non gli va detto nulla: ” Leo non ha bisogno dei miei consigli” ha chiosato.

 

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei