Milan, arrivano i 10 milioni da Yonghong Li: altri prestiti da Hong Kong

Buone notizie in casa Milan.

L’estenuante quanto antipatica telenovela legata all’aumento di capitale della società da parte di Yonghong Li si arricchisce di un capitolo che, per fortuna, sembra, quantomeno momentaneamente, annullare i precedenti: è partito il bonifico di 10 milioni da parte del presidente milanista, valevoli come prima tranche dell’aumento di capitale previsto di 37,4 milioni, a sua volta solo una parte dell’incremento totale di 60 milioni previsto  entro il 30 Giugno.

Scongiurate quindi tutte le negatività che avevano aleggiato nell’ambiente rossonero nelle ultime settimane, fra sondaggi di vari quotidiani-in prima fila il Corriere della Sera-che volevano la situazione economica di Mister Li decisamente precaria, preconizzando l’ipotesi del fallimento per bancarotta di Jie Ande, la Holding gestita dal tycoon cinese presidente rossonero, che aveva prontamente smentito, affermando stoicamente la solidità delle sue finanze, passando per la possibilità sempre di Li di ricorrere alle finanze della moglie, fino alla surreale quanto anche un po’ comica ipotesi della volontà di Li di risanare la società rossonera addirittura con i bitcoin.

Fonte profilo “Twitter” dello stesso Yonghong Li

Ebbene tutte fandonie, quantomeno stante la situazione attuale. Le richieste ufficiali di Marco Fassone a Mister Li & Co. stanno per essere soddisfatte, leggermente in ritardo secondo quelle che erano le previsioni di prima data utile-Venerdì 23 Marzo, curiosamente proprio il giorno del debutto di Gigi Di Biagio sulla panchina della Nazionale Azzurra maggiore, sconfitta 2-0 contro l’Argentina a Manchester, ndr-ma anche abbastanza in anticipo rispetto a quella che era la data stabilita come termine ultimo ufficiale per questo primo versamento-Mercoledì 4 Aprile.

Scongiurata quindi anche un’altra ipotesi paventata, quella cioè di un ulteriore prestito da parte del fondo statunitense Elliott, mostratosi generoso e disponibile ancora una volta con Li-al quale, ricordiamolo, di soldi ne ha già dati tanti per l’acquisto del club, 303 milioni di € ai tempi del Closing, lo scorso Giovedì 13 Aprile 2017-con un’offerta per un nuovo prestito di 35 milioni. Ulteriore eventuale prestito che avrebbe comportato conseguenze importanti tanto per Li-ulteriore indebitamento con il fondo statunitense-quanto anche per la società, che potenzialmente poteva finire proprio nelle mani di Elliott, in caso di ulteriore insolvenza da parte di Li, il quale ha quindi gentilmente declinato la presunta generosità di Elliott, fedele del fatto di poter versare autonomamente i 10 milioni per la prima tranche, cosa che è appunto riuscito a fare.

I 27,4 milioni rimanenti verranno versati tra Aprile e fine Giugno, le tempistiche dipenderanno dalle esigenze di cassa del club, oltre che, plausibilmente, dalle disponibilità finanziare dello stesso Li.

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato