Ludogorets-Inter 0-2, dichiarazioni post-partita Conte: “Vogliamo arrivare in fondo alla competizione”

Termina 0-2 per l’Inter il match contro il Ludogorets valido per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Per i nerazzurri a segno Eriksen e Lukaku. 

L’analisi della gara: “Nel primo tempo siamo stati lenti e poco pericolosi. Ci siamo adattati, come schieramento, allo stare bassi come i nostri avversari. Nella ripresa abbiamo alzato l’intensità delle nostre giocate, la palla l’abbiamo fatta circolare più velocemente e non a caso siamo riusciti a segnare”. 

La prestazione di Eriksen: “Sono felice che abbia trovato il gol, ma vi assicuro che può fare ancora molto molto meglio rispetto e quanto fatto vedere oggi. Nel breve ritroverà anche quel ritmo e quella condizione fisica eccezionale, per ora siamo tranquilli e continuiamo ad aspettare il ragazzo con tutta la fiducia del caso. Sappiamo chi è Eriksen e quanto possa alzare la qualità della squadra sia partendo da titolare che a gara in corso”. 

Possibile cambio modulo: “La nostra costante sono e resteranno le due punte, sul resto, gara dopo gara, stiamo provando nuove soluzioni”. 

Antonio Conte, 50 anni, allenatore dell’Inter

Obbiettivo Europa League: “Teniamo molto a questa competizione. Cercheremo di giocarcela puntando sulle motivazioni di coloro che hanno giocato meno, cercando di andare il più avanti possibile”. 

Il recupero di Handanovic: “Non c’è ancora una data prestabilita per il ritorno di Samir, il quale tornerà solamente quando sarà pronto. Valuteremo la sua situazione giorno dopo giorno, senza fretta e in piena fiducia nei confronti di Padelli”. 

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi