Liga, recupero 16^ giornata: Real Madrid vince 3-1 sul campo del Leganes

Il Real Madrid espugna 3-1 lo stadio “Municipal de Butarque”, casa del Leganes, nel recupero della 16^ giornata della Liga Santander-match che I Blancos non poterono disputare nella data canonica, prevista in Dicembre 2017, perché impegnati nel Mondiale per club, poi vinto.

Ampio turnover adottato da Zinedine Zidane, che addirittura neppure convoca Cristiano Ronaldo-dichiarando, nel pre-partita “gioca 60-70 partite a stagione, deve riposare un po’ ogni tanto”- e un altro mostro sacro come Luka Modric fuori per problemi fisici, alla pari di Marcelo e Toni Kroos, a mezzo servizio ma comunque  a disposizione in panchina, assieme nientepopodimeno che a Gareth Bale-che entrerà solo nella ripresa.

Le Merengues si affidano quindi alle nuove leve per liquidare la pratica, sono infatti Lucas Vazquez e  Casemiro a ribaltare l’iniziale vantaggio degli audaci padroni di casa allenati da Asier Garitano, che passano dopo appena 5 minuti grazie alla caparbietà di Unai Bustinza, il quale su azione da calcio d’angolo ci mette prima una zampata di destro al volo che trova la prodigiosa respinta di Kiko Casilla, ma il difensore di casa si immola sul pallone siglando di testa il tap-in vincente, trovando così, proprio contro il Grande Real, il suo 1° gol con la maglia del Leganes-che veste ormai da quasi 3 anni.

Come sopra detto, a pareggiare i conti ci pensa Vazquez, che sfrutta una gran palla filtrante di Karim Benzema per infilare uno splendido diagonale di destro rasoterra da posizione molto defilata in area di rigore, che termina la sua corsa nell’angolino alla destra del portiere di casa Ivan Cuellar-qui sotto l’esultanza del giocatore.

Fonte: profilo “Twitter” ufficiale del Real Madrid CF

Il raddoppio arriva con una splendida azione corale, un gran bel fraseggio iniziato da Benzema-evidentemente in cabina di regia date le assenze dei big sopra citati-che serve al limite dell’area l’autore del precedente gol Vazquez, il quale a sua volta la tocca subito in area per Casemiro che di prima intenzione scarica un destro rasoterra che lascia inebetito Cuellar-qui sotto Casemiro festeggiato dai compagni.

Fonte: profilo “Twitter” ufficiale del Real Madrid CF

Gara comunque in sofferenza per i Blancos, con la formazione di casa che sembra non avere intenzione di mollare e da continuamente filo da torcere alla retroguardia madrilena, con il Capitano Sergio Ramos molto nervoso, tanto che l’arbitro Gonzalez Gonzalez non gli risparmia un cartellino giallo dopo diversi richiami per altrettanti comportamenti non esattamente corretti del centrale difensivo che, diffidato, salterà il prossimo match di campionato, la 25^ giornata-6^ del girone di ritorno-in casa contro l’Alaves.

Al 63’ solo un super intervento difensivo di Raphael Varane nega la gioia di un pareggio che sarebbe decisamente meritato per i padroni di casa, che qualche minuto dopo reclamerebbero anche un calcio di rigore, ma il tocco di Mateo Kovacic con il piede destro sulla gamba destra del numero 10 di casa, il marocchino Nabir El Zahr, appena dentro l’area di rigore ospite, non sembra tale da giustificare la reazione plateale di quest’ ultimo.

Nel finale di gara però il Real legittima vantaggio e vittoria, prima con diverse buone occasioni per il tris-soprattutto un gran diagonale di sinistro del nuovo entrato Bale che si spegne non di molto alla sinistra del portiere Cuellar, che forse tocca anche leggermente, ma niente calcio d’angolo-tris che arriva intorno al 90’, quando, questa volta, il calcio di rigore viene dato, ma agli ospiti, per atterramento in area proprio di Kovacic-autore del presunto fallo da rigore reclamato dai padroni di casa-sul dischetto viene concessa la passerella a Sergio Ramos, che festeggia che di destro infila nell’angolino alla sinistra di Cuellar, festeggiando la sua gara numero 550 con la casacca madrilena con il 72° gol con la medesima-festeggiato anche dai compagni negli spogliatoi, in foto qui sotto.

Fonte: profilo “Twitter” ufficiale del Real Madrid CF

Vittoria che da ai Blancos un attimo di respiro in questa loro stagione a due facce,  ancora grandiosa sul piano internazionale-con Supercoppa Europea e Mondiale per Club già conquistati e ancora in corsa per la UEFA Champions League, che sarebbe la ‘decimotercera’, ‘tredicesima’ in spagnolo, e addirittura la terza di fila, record su record-traballante in campionato-forse proprio per i tanti impegni internazionali-campionato in cui le Merengues occupano attualmente solo la terza posizione, a quota 48 punti, 7 in meno dei cugini dell’ Atletico Madrid secondi e addirittura il doppio in meno-ovviamente cioè 14- rispetto al Barcelona capolista.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato