Lazio-Roma 1-1, voti e pagelle: tanto spettacolo e gioco d’attacco, spot per la Serie A

Il derby numero 151 indato in scena ieri sera è stato un evento magico per certi versi. I giocatori in campo hanno saputo riconciliare il pubblico con la bellezza di questo gioco, fatto di superbe azioni tecniche e ricerca continua della rete. 
Kolarov autore della prima rete per i giallorossi su calcio di rigore.
Fonte: Twitter As Roma

Le due squadre non si sono proprio risparmiate, a dimostrazione dei sei legni colpiti durante il match. Tutte di pregole fattura al termine di conclusioni precise e potenti che soltanto la sfortuna ha voluto che non terminassero in porta. Leiva, Zaniolo (due volte), Immobile, Parolo, Correa gli autori di queste prodezze spettacolari.  

In mezzo le due reti dell’incontro, con prima i giallorossi a passare in vantaggio con un calcio di rigore siglato da Kolarov per fallo di mano di Milinkovic-Savic su cross di Dezko dal limite dell’area di rigore.  Lo stesso terzino serbo è andato dagli undici metri e non ha fallito spiazzando Strakosha.

La Lazio reagisce ma solo nella ripresa, nei primi cinque minuti riesce ad agguantare il risultato grazie ad una bella azione di Immobile in area di rigore, sterza, vede Luis Alberto dietro, lo serve. L’attaccante spagnolo è bravo a colpire fra diverse gambe giallorosse e ad infilare il pareggio!

I due tecnici hanno schierato le loro formazioni con l’intento di prendere il sopravvento sulla difesa avversaria. Gli attacchi sono stati migliori, da una parte Correa, Immobile e Luis Alberto hanno giocato una partita sontuosa, sempre in corsa, con grandi scambi e forse un po’ d’imprecisione sotto porta. 

Dall’altra un Zaniolo che sta crescendo sempre più, con qualità tecniche importanti, vede la porta da lontano. Ha un tiro forte e secco, sarà un’arma importante per la stagione dei giallorossi. Kluivert si è visto in condizioni migliori, ha messo molto impegno e tanta corsa a disposizione della squadra.

La difesa resta comunque un nodo da sciogliere, visto che la presenza di Mancini dal primo minuto al posto di Juan Jesus non è stata decisiva. Gli svarioni e i buchi permangono, c’è ancora qualcosa da registrare. La prova di Kolarov e Florenzi sulle zone esterne (entrato in sostituzione di Zappacosta, problemi al polpaccio) è stata come sempre di grande aiuto per sviluppare un gioco più largo e in grado di creare varchi al centro per l’inserimento dei centrocampisti.

Questa volta Under è stato  un po’ sottotono rispetto alla partita di domenica scorsa. Meno vivo nel gioco, tanto che Fonseca ha deciso di sostituirlo a metà della ripresa con Pastore. Poi verso la fine dell’incontro il tecnico ha deciso di togliere anche Zaniolo, inserendo Santon con la volontà di portare a casa almeno un pareggio. Cristante e Lorenzo Pellegrini sarà la coppia della stagione, il loro ruolo di titolari non glielo toglierà nessuno.

Un derby davvero interessante, ricco di emozioni come non si vedevano da tempo. Il pubblico avrà sicuramente apprezzato e ringraziato anche i due tecnici autori di questa prestazione. 

I MIGLIORI

ZANIOLO 7: Oltre ai due pali, è sempre stato vivo nell’azione, con inserimenti in area e sponde per Dzeko. La sua crescita esponenziale è un fattore da tenere a considerazione, anche in vista di una convocazione da parte di Mancini.

KLUIVERT 6,5: la sua prestazione è da considerarsi positiva per l’intraprendenza. Ha ancora da migliorare per quanto riguarda l’intesa con i compagni, ma è sulla buona strada. 

KOLAROV 6,5: sempre importante sulla fascia, i suoi scatti sono preziosi, la sua esperienza ancora di più. Difensore roccioso, ma con la testa che riesce a scegliere sempre l’opzione giusta, difficilmente sbaglia il servizio. Utile e intraprendente.

I PEGGIORI

MANCINI 5: ha sbagliato la marcatura su Luis Alberto, molta sofferenza e poca bellezza nel suo gioco. Da rivedere, sono 4 punti persi dalla Roma.

FAZIO 5,5: Anche lui come Mancini si è trovato in difficoltà nella marcatura dei tre attaccanti biancocelesti, rapidi e svelti nella conclusione. Ha bisogno di più ritmo nelle gambe, gli avversari veloci lo saltano con evidente facilità.

UNDER 5,5: Nel primo tempo ha fatto vedere qualche sgroppata sulla fascia destra, ma poi nella ripresa si spegne, venendo controllato da Radu e Lulic.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega