Lazio – Inter 1-1, voti e pagelle: bene Hakimi, Vidal e Lazzari, male Perisic

l’Inter pareggia 1-1 contro la Lazio all’Olimpico nella 3° giornata di campionato di Seria A. Gara ben giocata da entrambe le parti, con i nerazzurri che passano alla mezzora con Lukaku. Nella ripresa pari biancoceleste con Milinkovic-Savic, ma seconda frazione che si incattivisce con i rossi prima a Immobile e poi a Sensi. Inter che sale a 7 punti, Lazio a 4.

La Lazio frena la corsa dell’Inter all’Olimpico, con la squadra di Simone Inzaghi che interrompe il filotto di vittorie nerazzurro frenando sull’1-1 gli uomini di Conte. Partita giocata a viso aperto da ambo le parti e che non ha visto un vero vincitore nelle prestazioni in campo. Primo tempo dove le due squadre si affrontano senza remore e vede il vantaggio di Lautaro Martinez. La ripresa vede la Lazio raggiungere il pari con Milinkovic Savic, ma anche uan frazione più confusa con le due squadre che terminano 10 vs 10. Un 1-1 che ha mostrato comunque sia una buona Inter che una buona Lazio sul terreno di gioco.

Nell’11 titolare Antonio Conte sceglie un centrocampo muscolare, con Vidal ad agire da vertice basso e Gagliardini assieme a Barella, assieme agli altri titoliarissimi con la parziale sorpresa di Perisic sull’out sinistro. Inzaghi recupera sia Radu che Correa e conferma i suoi uomini migliori. l’Inter tiene maggiormente il possesso, la Lazio però pressa bene e prova a colpire in contropiede soprattutto approfittando di un’Inter a trazione molto offensiva e con gli esterni molto alti. Se sull’out destro, Hakimi è bravo nelle due fasi, i frequenti mal posizionamenti di Perisic dalla fascia opposta (costringendo al doppio lavoro Bastoni in chiusura) lasciano scoperti i nerazzurri alle incursioni di un ottimo Lazzari, che si rende spesso pericoloso.

L’Inter comunque gioca bene con buon ritmo, governa la palla e prova trame sia centrali che esterne e Lazio deve fare fronte ai forfait tra primo tempo e intervallo di Radu, Marusic e Bastos a cui subentrano Parolo adattato a centrale di difesa e Fares, costringendo Inzaghi ai 3 cambi anticipati. Alla mezzora Inter che trova il vantaggio, sfondando a sinistra con Perisic, col croato che vince un rimpallo, serve Lautaro che insacca lo 0-1.

A inizio ripresa l’Inter si abbassa troppo nella sua metacampo e la Lazio subito ne approfitta: cross di Acerbi, stacco imperioso di Milenkovic-Savic che sovrasta Perisic e firma l’1-1 al 55°. Inizia la girandola di cambi soprattutto per l’Inter, ma la ripresa si evidenzia per le decisioni arbitrali: al 69° ingenuità di Immobile che smanaccia Vidal e riceve il rosso diretto. l’Inter riprende il controllo dei gioco ma non sfrutta la superiorità numerica. Anzi i nerazzurri al 86° ristabiliscono la parità numerica grazie a un’ ingenuità di Sensi che tocca Fares e si prende il rosso. Il finale è confuso e non schioda il punteggio, che non ridimensiona nessuna delle due squadre.

VOTI E PAGELLE

TOP INTER

HAKIMI 7: altra buona prestazione dell’esterno destro nerazzurro, dalla sua aprte arriva sempre bene sul fondo e si propone con continuità e non soffre troppo inf ase di ripiego con Marusic prima e con Fares poi. volte i compagni non assecondano la sua spinta e questo è un peccato.

VIDAL 7: messo a dirigere il centrocampo da vertice basso fa un gran lavoro soprattutto nel primo tempo di copertura e intercetto. Cala nella ripresa, dove l’Inter colpevolmente si abbassa troppo ma rimane uno dei più lucidi. Suo il “merito” del rosso a Immobile.

TOP LAZIO

LAZZARI 7: a destra contro Perisic che è sempre fuori posizione sfonda che è un piacere soprattutto nel primo tempo. Motorino ifnaticabile, è una della armi in più offesnivamente della Lazio. Unica sbavatura e che il gol itnerista arrivi dalla sua parte, ma nel complesso 90 minuti di gran livello.

FLOP INTER

PERISIC 5: se nell’esordio con la Fiorentina aveva ben figurato nel nuovo ruolo di esterno di sinistra, nella gara con la Lazio è disastroso. Sempre fuori posizione, espone i suoi agli atacchi di Lazzari che non tiene mai e costinge Bastoni agli straordinari. Non è troppo coinvolto anche in zona offensiva, ma è lui a far partire l’azione del vantaggio nerazzurro. Da rivedere.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco