Karate – Road to Tokyo 2020: le posizione nel Ranking

Tokyo 2020 si avvicina ogni giorno che passa, e il ranking WKF verso le olimpiadi inizia ad essere sempre più definito. Il ranking determinerà, per ogni categoria, i primi 4 qualificati alla rassegna olimpica (escludendo i giapponesi, padroni di casa).

Al momento i big non deludono confermandosi dentro il target per la qualificazione

Karate WKF, verso le olimpiadi

Clicca qui per tutte le classifiche valide per Tokyo 2020.

Kumite -67kg (maschile)

Dopo il suo straordinario successo nei Campionati Europei di due mesi fa, il francese Steven Dacosta domina la classifica della -67kg. L’attuale campione mondiale e continentale è in testa con una differenza di 540 punti sull’ italiano Angelo Crescenzo, che ha chiuso con una medaglia d’argento agli europei. Vinicius Figueira del Brasile e Darkhan Assadilov del Kazakistan detengono, per ora, gli altri due posti per la qualificazione.

 Kata femminile

La spagnola Sandra Sanchez conferma la sua leadership nella categoria femminile Kata. La regina dei kata ha continuato la sua fantastica serie vincente con una medaglia d’oro agli europei di Guadalajara e mantiene un vantaggio confortevole di 810 punti sulla due volte campione del mondo Kiyou Shimizu del Giappone (già qualificata di diritto). Le altre tre posizioni sono occupate dalla italiana Viviana Bottaro, da Mo Sheung Grace Lau di Hong Kong e dalla campionessa panamericana Maria Dimitrova della Repubblica Dominicana.

Kumite -75kg (maschile)

Oltre a Steven Dacosta e Sandra Sanchez, anche due nuovi campioni europei sono in cima al ranking olimpico. Dopo una notevole vittoria all’evento continentale di Guadalajara, l’italiano Luigi Busa è il leader della categoria Kumite -75kg. L’asso italiano ha sconfitto l’azero Rafael Aghayev nella finale per il titolo europeo, distanziando proprio quest’ultimo  nella classifica. Ken Nishimura del Giappone (qualificato di diritto), Bahman Asgari Ghoncheh dell’Iran e il nuovo campione panamericano Thomas Scott degli Stati Uniti completano le posizioni di leader.

Kumite +75kg (maschile)

Un altro degli iridati dei Campionati Europei del 2019 lo scorso è Ugur Aktas. Il turco è a capo della classifica della + 75 kg. L’attuale campione europeo è in testa alla classifica con un sottile margine di 120 punti su Jonathan Horne della Germania. Il tedesco è diventato uno dei protagonisti dei campionati europei da quando ha vinto due titoli europei e mondiali negli ultimi 4 anni. Ivan Kvesic della Croazia e Sajad Ganzjadeh dell’Iran prendono gli altri due posti.

Kumite -55kg (femminile)

La Turchia è il paese con più rappresentanti tra i leader della classifica olimpica; oltre a Ugur Aktas, la campionessa turca Serap Ozcelik è in testa alla categoria femminile di kumite -55kg. L’attuale leader del ranking ha conquistato il bronzo a Guadalajara e guida la classifica seguita da TzuYun Wen del Taipei,  Miho Mihayara del Giappone (anch’essa qualificata di diritto), Dorota Banaszcyk della Polonia e Anzhelika Terliuga dell’Ucraina.

Kumite -61kg (femminile)

Nel ranking olimpico per Tokyo 2020 è capitanato da Giana Lotfy dell’Egitto. La due volte campione del mondo è in testa alla categoria femminile Kumite -61kg, poiché ha vinto medaglie in tutte e tre le presenze internazionali quest’anno. Xiaoyan Yin della Cina, il nuovo campione europeo Merve Coban della Turchia e Jovana Prekovic della Serbia completano il quadro delle attuali qualificate alle olimpiadi.

Kumite +61kg (femminile) 

La greca Eleni Chatziliadou dirige la classifica in della + 61kg. L’attuale detentrice del titolo mondiale e continentale mantiene un vantaggio di 300 punti sull’azera Irina Zaretska. Nella classifica per concorrere ad un posto olimpico, le altre qualificate sono Ayumi Uekusa  (di diritto) del Giappone, Elena Quirici della Svizzera e Alizee Agier della Francia.

Kata maschile

Ryo Kiyuna del Giappone continua a guidare la classifica del kata maschile, nonostante sia già qualificato. Il tre volte campione del mondo giapponese quest’anno ha vinto due ori nella Karate 1-Premier League a Dubai e a Parigi, e ha un vantaggio di 578 punti sul campione d’Europa Damian Quintero, in seconda posizione. Ali Sofuoglu della Turchia e Antonio Diaz del Venezuela e il medagliato dei campionati europei Mattia Busato in Italia completano l’elenco degli atleti in posizioni qualificate.

Ricordiamo che il ranking per TOKYO 2020 si chiuderanno il 6 aprile 2020. Da lì in poi inizieranno altre fasi di qualificazione per partecipare alle olimpiadi. 

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.