Juventus, toto allenatore: tutti i possibili candidati per la panchina dopo l’addio di Allegri

La dirigenza bianconera ha in mano una lunga lista per decidere il sostituto del tecnico livornese.

A partire dalle prime ore del pomeriggio della giornata di ieri, è finita finalmente la telenovela sul futuro di Massimiliano Allegri, con il tecnico livornese che non siederà sulla panchina della Juventus il prossimo anno. Dopo cinque anni, Allegri e la società bianconera hanno deciso di separarsi dopo aver constatato che non c’è intesa riguardo i progetti futuri, con la Juventus che ha annunciato con un comunicato ufficiale l’addio del livornese.

Ma ora chi sarà l’allenatore della Juventus il prossimo anno? A Striscia La Notizia, Allegri ha affermato all’inviato Valerio Staffelli che gli ha consegnato il tapiro d’oro che la società sceglierà un grande allenatore. Il sogno proibito della dirigenza bianconera si chiama Pep Guardiola, attualmente al Manchester City e, almeno per ora, restio a lasciare l’Inghilterra il prossimo anno. Dopo averlo affermato qualche settimana fa, lo spagnolo ha chiuso le porte alla Juventus anche ieri nella conferenza stampa pre-finale di FA Cup contro il Watford: “Quante volte devo ripeterlo? Non vado alla Juventus, resto al Manchester City, ho un contratto”. Nel calciomercato, però, mai dire mai, visto che anche Allegri fino all’ultimo ha ribadito che sarebbe rimasto alla Juventus.

Altro nome in cima alla lista dei desideri bianconeri è quello di Antonio Conte che però sembra promesso sposo dell’InterI rapporti tra il tecnico salentino e la Juventus non si è chiuso nel migliore dei modi, ma negli ultimi anni c’è stato un disgelo con Agnelli che potrebbe favorire un nuovo ciclo sulla panchina bianconera. La sorpresa, invece, si chiama Maurizio Sarri, l’unico allenatore che è quasi riuscito ad interrompere l’egemonia della Juventus lo scorso anno sulla panchina del Napoli. Il tecnico toscano è più fuori che dentro dal Chelsea ed anche se ha affermato di voler restare a Londra, il suo ritorno in Italia non è utopia. Su Sarri ci sono anche Roma Milanma nel caso in cui la Juve dovesse fargli un’offerta, il tecnico ex Napoli ci penserà, senza farsi condizionare dal suo passato.

Le altre idee per la panchina riguardano i due allenatori che si contenderanno la Champions League di quest’anno, vale a dire Jurgen Klopp e Mauricio Pochettino. Dovesse vincere la Champions, il tedesco potrebbe decidere di lasciare Liverpool dopo un’annata storica, dove il club ha sfiorato davvero di pochissimo la vittoria della Premier, mentre l’allenatore argentino con la vittoria europea potrebbe considerare chiuso il suo percorso con il Tottenham. Appare, invece, difficile che la Juve possa affidare la propria panchina a Simone Inzaghi, blindato da Lotito, o a Gian Piero Gasperini, orientato verso la Roma. Impossibile l’approdo a Torino dell’ex Inter José Mourinho, sul quale c’è il veto di Agnelli. Una cosa è sicura: chi arriverà alla Juventus dovrà fare meglio di Allegri, ovvero portare a casa la Champions League, un obiettivo stimolante, ma difficile.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei