Juventus-Napoli, respinto il ricorso degli azzurri: confermati il 3-0 a tavolino ed il punto di penalizzazione

La Corte Sportiva ha respinto il ricorso del Napoli in appello, confermando di fatto la sconfitta a tavolino per 3-0 ed il -1 in classifica. Ora gli azzurri si rivolgeranno al CONI ed in caso di nuovo esito sfavorevole punteranno al TAR.

Niente da fare per il Napoli, almeno per adesso. La Corte Sportiva ha confermato la sconfitta a tavolino per 3-0 contro la Juventus ed il punto di penalizzazione in classifica comminati dal Giudice Sportivo, respingendo il ricorso del club partenopeo che chiedeva la disputa dell’incontro.

Juventus-Napoli

Al dibattimento andato in scena nella giornata di ieri era intervenuto anche il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che aveva ribadito come il Napoli voleva partire, ma l’ASL gliel’ha impedito. La tesi difensiva dei legali del club partenopeo si basava proprio su questo, tuttavia per la Corte Sportiva non c’erano i presupposti per ribaltare la decisione del Giudice Sportivo.

Nelle motivazioni, infatti, la Corte Sportiva spiega come sia stato il Napoli a far di tutto per non far giocare la partita nei giorni antecedenti la stessa. Per la Corte Sportiva, la sanzione è giusta: “La Società ricorrente merita di essere sanzionata con la sconfitta a tavolino dell’incontro Juventus-Napoli, previsto per il giorno 4.10.2020, oltre alla penalizzazione di un punto in classifica da scontarsi nella corrente stagione sportiva, perché contrariamente a quanto sostenuto in ricorso, non si è trovata affatto nella impossibilità oggettiva di disputare il predetto incontro, avendo, invece, indirizzato, in modo volontario e preordinato, la propria condotta nei giorni antecedenti all’incontro nel senso di non disputare lo stesso, con palese violazione dei fondamentali principi sui quali si basa l’ordinamento sportivo, ovvero la lealtà, la correttezza e la probità”.

Insomma, appare evidente da queste motivazioni come il Napoli abbia cercato di non giocare la partita, prima del blocco dell’ASL arrivato solo nella giornata di domenica, secondo quanto messo a referto dal Giudice Sportivo. Il club azzurro, tuttavia, non si arrende ed ora ricorrerà al CONI per avere ragione, l’ultimo grado di giudizio a livello sportivo.

Se anche il CONI rigetterà il ricorso, allora il Napoli punterà alla giustizia ordinaria ricorrendo al TAR e solo lì si capirà se Juventus-Napoli sarà giocata o meno.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei