Juventus-Inter, Pirlo: “Ci deve bruciare dentro vedere un’altra squadra allo Stadium da campione d’Italia”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’importante Derby d’Italia contro l’Inter. Il tecnico bianconero ha voluto stuzzicare la sua squadra ed ha parlato anche riguardo ad una possibile passerella d’onore all’Inter.

Domani alle ore 18:00 la Juventus affronta l’Inter all’Allianz Stadium in un Derby d’Italia in cui si gioca molto e valevole per la penultima giornata di campionato.

I bianconeri devono assolutamente trovare il successo se vogliono continuare a sperare nella corsa alla Champions League, mentre i nerazzurri vorranno dimostrare di essere i più forti anche ai campioni d’Italia uscenti.

Si tratta pur sempre di una partita molto sentita e l’Inter non verrà a Torino a farsi una passeggiata. In conferenza stampa quest’oggi, Andrea Pirlo ha affermato come si aspetti una prova da squadra da parte dei suoi, come accaduto contro il Sassuolo: Abbiamo fatto una partita da squadra ci siamo aiutati eravamo belli compatti anche nelle difficoltà siamo riusciti a superarle giocando insieme. Questo è stato l’aspetto più positivo perché avevamo bisogno soprattutto di ritrovarci a livello di squadra”.

La prestazione offerta mercoledì aumenta il rammarico della Juventus per quello che poteva essere la stagione ed invece non è stata. Pirlo ha dichiarato come nell’arco del campionato sono mancate due cose alla squadra, ovvero compattezza e concentrazione“Dispiace soprattutto per quello perché in certe occasioni c’è mancata la giusta compattezza per prendere qualche punto in più che ci sarebbe servito per il campionato e adesso per la Champions. Durante la stagione abbiamo avuto troppi cali di tensione e non eravamo concentrati come l’altra sera su un unico obiettivo. Succede che se non hai il fuoco dentro in tutte le partite poi perdi punti per strada che non ti fanno vincere i campionati”.

La sfida con l’Inter è molto importante per la Juventus, ma l’Inter non ha intenzione d fare favori nonostante non si giochi più niente in questo campionato e giocherà con la squadra titolare. Anche Pirlo ha sottolineato ciò ed ha anche dichiarato come il fatto che l’Inter venga a Torino con lo scudetto cucito sul petto debba fungere da stimolo“Questa è una cosa che ci deve bruciare vedere una squadra che viene allo Stadium come nuovi campioni d’Italia. Questo ci deve dare qualcosa in più anche per l’obiettivo che dobbiamo raggiungere, perché abbiamo ancora delle possibilità per centrare la Champions e dobbiamo avere grande voglia di vincere la partita soprattutto per la classifica”.

Per quanto riguarda la formazione bianconera, Pirlo ha annunciato che saranno titolari Szczesny ed Alex Sandro, essendo quest’ultimo squalificato per la finale di Coppa Italia che si giocherà settimana prossima. Per il resto, l’allenatore bianconero non ha voluto sciogliere le riserve e solo domani valuterà bene a chi affidarsi. In avanti, comunque dovrebbero esserci Cristiano Ronaldo Dybala che tanto bene hanno fatto mercoledì, con Pirlo che ha affermato come il rimpianto sia di non aver avuto quasi mai il secondo a disposizione, così come altri giocatori fermati dagli infortuni.

La Sampdoria, su decisione di Ranieri, fece la passerella d’onore all’Inter per fare i complimenti sul campo ai nerazzurri per la vittoria dello scudetto. Pirlo ha dichiarato come la società si sia già complimentata con l’Inter e non sa ancora se ci sarà questa passerella d’onore anche nella giornata di domani: “Non lo so se ci sarà. noi abbiamo già fatto i complimenti all’Inter, domani ci diranno cosa fare”. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei