Juventus, caso stupro-Ronaldo: niente ritiro per la Mayorga, denunzia al Tribunale federale

Ennesimo momento d’oro della carriera e in generale della vita di Cristiano Ronaldo. Anzi no.

Almeno così poteva sembrar palese: primi gol in carriera in UEFA Nations League – ennesima competizione internazionale con la sua firma- a decidere praticamente da solo il 3-1 del suo Portogallo Campione d’Europa in carica contro la Svizzera, con i quali CR7  porta i lusitani alla Finale della competizione, oltre a stabilire l’ennesimo record, quello di miglior bomber di tutti i tempi con una nazionale, con la sua tripletta che lo ha portato a quota 88 gol con la nazionale portoghese.

Tripletta dedicata tutta ai suoi bambini, i due gemellini che proprio oggi compiono 2 anni e dai quali il portoghese si rammarica sul suo profilo Twitter ufficiale di esser troppo distante per festeggiare con loro.

In più un futuro che si prospetta ancora radioso e vincente, con ancora nuove avventure da vivere con la sua Juventus, in attesa di conoscere quale sarà il nome del suo prossimo allenatore.

In più la recente notizia, riportata dall’agenzia americana Bloomberg, del ritiro delle accuse di stupro -il cosiddetto ‘voluntary dismissal’-da parte di Kathryn Mayorga, che chiuderebbe così la spinosa vicenda apertasi lo scorso autunno.

Foto postata su “Twitter” dall’account di “Mirror football”

Tutto tornato alla serenità quindi per Ronaldo quindi. Ma anche no.

Perché di notizia ce n’è un’altra e anche più recente: è vero che la Mayorga ha ritirato le accuse, ma nello specifico i legali della donna avrebbero ritirato l’accusa dal tribunale dello stato del Nevada – il presunto ‘fattaccio’ sarebbe accaduto nell’Estate 2009 a Las Vegas, ndr-per puntare ‘più in alto’, addirittura al Tribunale Federale.

Secondo la ricostruzione di alcuni media internazionali, l’azione compiuta dai legali della modella, Leslie Stovall e Peter Christiansen, di alzare il tiro in questo modo, sarebbe dovuta possibilmente tanto alla scadenza del termine dei 180 giorni per notificare la denunzia a Ronaldo, quanto alla volontà di appellarsi a un potere giurisdizionale più forte.

La vicenda quindi non sarebbe ancora chiusa. 

 

 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato