Inter – Roma 0-0, voti, pagelle e analisi: match combattuto e tattico. Bene Skriniar, de Vrij, Zaniolo e Mirante

L’Inter frena a San Siro 0-0 contro la Roma nell’anticipo della 15°giornata di campionato. Partita molto tattica, con un primo tempo più di marca giallorossa ma con due grandi chance non sfruttate dall’Inter con Lukaku e Brozovic. Nella ripresa il match cala di ritmo e il risultato non si sblocca. Inter a 38 punti in classifica e che rischia il sorpasso in vetta della Juventus

Finisce a reti inviolate il big match del Meazza tra Inter e Roma, un pari che serve a poco ad entrambe ma è sostanzialmente giusto per quanto visto nei 90 minuti. Nel primo tempo la Roma riesce ad aggredire l’Inter con un pressing alto, sfruttando la netta superiorità fisica e di ritmo, soprattutto approffittando di un centrocampo nerazzurro totalmente nullo e adattato. Il trio improvvisato Brozovic, Vecino e Borja Valero non costruisce nulla ed è in balia dell’intensità giallorossa. 

Giocando con un deficit qualitativo di reparto e incapace a manovrare, l’unica soluzione della squadra di Conte è quella del lancio lungo a scavalcare la mediana a raggiungere subito le due punte, ben controllate però dai centrali romanisti. La Roma gioca meglio per tecnica e velocità, anche se sbatte contro la retroguardia dell’Inter e non fa compiere effettivi rischi ad Handanovic. In un brutto primo tempo, l’Inter “crea” le uniche occasioni tramite errori in fase d’uscita della Roma, ma Lukaku (bravo Mirante) e poi Brozovic sprecano occasioni ghiotte.  

Inter – Roma – fonte: Twitter Inter

Nella ripresa la partita si fa più tattica, con l’Inter che alza leggermente i giri ma il canovaccio non cambia: il centrocampo è assente e l’alternativa sono verticalizzazioni immediate sulle punte che però non incidono. L’unica vera chance per l’Inter è con Vecino che si fa ipnotizzare da Mirante da ottima posizione, su assist di Valero. La Roma prova a colpire in contropiede, ma cala alla distanza e un Dzeko a mezzo servizio non aiuta. 

 L’Inter ci prova ma vengono nuovamente fuori i limiti numerici e qualitativi di rosa per svoltare la partita (Asamoah, Lazaro e D’Ambrosio inutili), e deve sbattere su una Roma che rischia poco e costringe i nerazzurri al pari casalingo. Nerazzurri per una notte ancora primi a 38 punti, ma che danno l’opportunità alla Juventus di effettuare il controsorpasso.  

VOTI E PAGELLE 

Skriniar, 7: l’Inter subisce un po’ l’iniziativa della Roma soprattuto nella metà del primo tempo, ma il centrale slovacco offre una prestazione di una costanza invidiabile. Mai superato in dribbling dagli offensivi giallorossi, sta assumendo sicurezza col nuovo modulo. 

de Vrij, 7.5: sempre più leader difensivo dell’Inter. Soffre all’inizio la prestanza fisica di Zaniolo ma poi gli prende le misure e gestisce il reparto. Nelle difficoltà di costruire, aiuta anche in impostazione. 

Mirante, 7.5: Non fa troppe parate e viene almeno graziato una volta da un impreciso Brozovic. Ma salva il risultato in almeno due occasioni: su Lukaku a inizio partita è lucido, è straordinariamente reattivo su Vecino nella ripresa. In una partita tutto sommato bruttina. è decisivo ai fini del risultato. 

Zaniolo, 7: l’ex di turno rimpianto parte da falso 9 in in ruolo inedito. Nei venti minuti iniziali di match mette in crisi la difesa nerazzurra per potenza fisica e intensità e riesce anche ad impegnare Handanovic con un bel sinistro. Per posizione fa meno dribbling e slalom, ma prova di buona maturità da punta. Netto calo nella ripresa.