Inter, cori razzisti contro Kessie: un turno con Curva chiusa

I cori razzisti nei confronti del milanista Franck Kessié nel derby costano cari all’Inter: squalificata per un turno la Curva nord nerazzurra.

Questa la decisione presa dal Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea, che ha sentenziato un turno con la condizionale per il “Secondo anello verde”, appunto settore dello stadio Meazza che ospita la nord interista.

La curva nord nerazzurra nell’ultimo derby, con la dedica a Belardinelli, foto postata su “Twitter”

Da lì, stando al rapporto del giudice, son arrivati la maggior parte dei buu razzisti nei confronti del centrocampista francese del Milan nell’ultimo Derby della Madonnina.

La società di Corso Vittorio Emanuele ha una settimana di tempo per presentare ricorso ma sembra non sia nelle intenzioni del club. Neanche questa volta.

Eh sì, non è certo la prima volta che i tifosi interisti vengono puniti per episodi di razzismo e violenza.

E’ ancora fresca la maxi-squalifica a seguito dei fatti di Inter-Napoli, prima i cori razzisti a Koulibaly e poi la morte di Daniele Belardinelli: 2 turni di stadio chiuso e uno per la curva.

Neanche in quel caso il club interista fece ricorso in appello. Ma ottenne tuttavia l’autorizzazione, per Inter-Sassuolo, ad aprire la curva ai più piccoli, bambini di scuole elementari e medie, oltre che al Csi e alle scuole calcio collegate all’Inter.

Il tutto con la bella iniziativa dello slogan BUU, ribattezzato come acronimo di Brothers Universally United.

 

 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato