Gli Sport più praticati nelle Marche

Le Marche non sono una delle Regioni più grandi d’Italia ma vantano diversi campioni in diverse discipline sportive.

Tutti conosciamo i benefici che lo sport ci può portare se lo pratichiamo, anche se magari non tutti i giorni, ma è importante farlo almeno 2/3 volte a settimana.

Ci fa sentire meglio, più leggeri e ci dà una certa sensazione di soddisfazione una volta svolto un esercizio o dopo essere tornati da una camminata.

Inoltre fare sport a livello agonistico è già un’altra cosa, dato che ci sono anche alcune regole che si devono rispettare e degli allenamenti rigidi da seguire. In seguito vedremo alcuni degli sport che sono praticati nelle Marche.

Scherma: uno dei primi sport alle Olimpiadi con campioni Marchigiani

Questo è uno degli sport più praticati delle Marche e per il quale viene riconosciuta ed è anche uno degli sport più antichi al mondo.

Gli schermisti delle Marche ci hanno fatto vincere diversi ori olimpici e mondiali.

Il primo campione è stato Ezio Triccoli che nel lontano 1947 aprì nella cittadina di Vallesina una prima scuola di fioretto e spada.

I primi campioni marchigiani famosi a livello mondiale arrivano negli anni ’80 con Stefano Cerioni che vince alle Olimpiadi di Seul le prime medaglie.

Poi negli anni ’90 e 2000 arrivano campionesse olimpiche del calibro di Giovanna Trillini e Valentina Vezzali ed in ultimo Elisa di Francisca.

Valentina Vezzali, originaria di Jesi, ha vinto 6 ori olimpici, una medaglia di argento e 2 di bronzo. La sua prima Olimpiade è stata ad Atlanta 1996 e l’ultima a Pechino 2008.

La scherma è uno sport che raggruppa una parte di arti marziali e queste comprendono tre discipline: spada, sciabola e fioretto.
La scherma ha fatto parte dei primi sport che sono stati introdotti alle Olimpiadi e anche uno dei cinque sport a far parte di tutti i giochi olimpici estivi.

I primi scontri e duelli con la spada hanno preso vita nell’antico Egitto intorno al 1190 a.C. e sono durati fino al XVIII secolo. La scherma non è stato da sempre uno sport, originariamente è stata una forma di addestramento militare, si è evoluto in uno sport intorno al 114° secolo.

I luoghi dove si è evoluto sono stati Germania e Italia, e la più notevole corporazione è stata la Marxbrueder di Francoforte.

L’italiano Domenico Angelo insegnò la scherma come sport all’aristocrazia inglese nel XVIII, lui e la sua famiglia dominarono i circoli europei di questo sport. Ha presentato delle tecniche che riguardavano le gambe e la postura abbastanza diverse dal gioco moderno.

I diversi tipi di discipline si basano sul uso dell’arma diverso, infatti il fioretto è un’arma molto leggera e l’attacco avviene solo con la punta di essa. La mira del fioretto non riguarda la testa e le braccia ma il busto.

La spada pesa poco più del fioretto e presenta una guardia circolare per la protezione della mano, simile a quella del fioretto ma più grande. Diversamente dal fioretto, nella spada tutto il corpo viene mirato.

La sciabola è molto diversa dalle prime due, infatti questa è un’arma sia da spinta che da taglio, non pesa più del fioretto ma la mira è sulla parte superiore del corpo. Essendo un’arma da taglio, si considerano validi anche i colpi fatti dall’avversario con la lama.

Basket: squadre e giocatori marchigiani

Un altro sport che ha regalato grandi soddisfazioni alle Marche sia per quanto riguarda le squadre che giocatori è il Basket.

Chi non conosce la famosissima Victoria Libertas Pesaro nota per anni anche come Scavolini per il suo sponsor che è una delle storiche squadre della Lega A di Basket.

La Victoria Libertas Pesaro è stata fondata nel 1946 ed ha nel suo Palmares 2 Scudetti e 2 Coppe Italia oltre che 1 Coppa delle Coppe in Europa.

Tra i giocatori più famosi e forti transitati alla VL Pesaro ricordiamo Walter Magnifico e Carlton Mayers che sono stati protagonisti anche nella nazionale italiana di basket.

Per quanto riguarda giocatori di basket marchigiani Achille Palonara e Alessandro Pajola entrambi nati ad Ancona sono stati protagonisti alle olimpiadi di Tokyo con la nazionale italiana di basket.

Il Basket è uno sport molto popolare nel mondo e come tutti sappiamo, per giocare servono due squadre composte da cinque giocatori attivi. Il gioco consiste nel cercare di fare canestro e quindi fare punti per la propria squadra e vincere. Di certo, come in ogni sport esistono certe regole anche nel basket, viene giocato sia all’interno che all’esterno. 

Il basket ha preso vita nel 1891 a Springfield, Massachusetts, essendo stato inventato da James Naismith. A questo fu domandato di presentare un nuovo sport che provochi meno ferite del football americano, e fu così che a Naismith venne l’idea del basket.

Alcuni benefici di questo sport sono: brucia le calorie, aiuta a sviluppare l’autodisciplina e la concentrazione, costruisce i muscoli e la resistenza ed infine aiuta a migliorare la coordinazione e l’equilibrio.  

Calcio: calciatori e squadre marchigiane storiche

Uno degli sport più praticati al mondo è di sicuro il calcio, questo è anche un’importante sport che mette in movimento tutto il nostro corpo. Questo si è evoluto dal semplice calciare una palla, ad uno sport della Coppa del Mondo che è arrivato ad essere oggi.

La società di calcio delle Marche più antica prende il nome di Ascoli Calcio 1898 FC S.pA ed è stata fondata nel lontano 1898.

La sede è nella città di Ascoli Piceno e attualmente milita nel campionato di Serie B ma vanta ben 16 campionati di Serie A.
Nella massima serie il suo miglior piazzamento è stato il quarto posto nella stagione 1979-80.
In ambito internazionale l’Ascoli ha vinto una Coppa Mitropa e ha raggiunto una finale di Coppa Anglo-Americana.
Il suo periodo migliore è stato sotto la Presidenza di Costantino Rozzi negli anni dal 1968 al 1994.

La seconda società di calcio marchigiano più antica e celebre è la Sambenedettese con sede a San Benedetto del Tronto.
Fondata nel 1923 la Samb vanta 67 anni di nei campionati professionisti tra Serie B e Serie C. Attualmente milita in Serie D.

Infine c’è l’Ancona che è stata fondata nel 1905 e vanta sette partecipazioni nel campionto di Serie A di cui le più recenti nel 1992-93 e nel 2003-2004. Attualmente l’Ancona milita in Serie C.

Tra i calciatori marchigiani c’è Roberto Mancini che non ha bisogno di presentazioni.
Attualmente è tecnico della nazionale con la quale ha vinto gli Europei di calcio nell’estate 2021 ed è stato un grandissimo calciatore a cavallo degli anni ’90.

Nato a Jesi nel 1964 Roberto Mancini come calciatore ha vinto 2 Scudetti, 6 Coppe Italia, 2 Coppe delle Coppe, 2 Supercoppe Italiane e 1 Supercoppa Uefa.

Di ruolo fantasista capace di giocare sia come centrocampista offensivo che come seconda punta ha formato con Gianluca Vialli la coppia d’attacco della Sampdoria chiamata “Gemelli del Gol”.
Con la Sampdoria Mancini ha vinto 1 Scudetto, 4 Coppe Italia, 1 Supercoppa Italiana.

Nell’estate del 1997 Mancini è passato alla Lazio di Cragnotti sotto la guida di Eriksson e qui ha giocato per 3 stagioni.
Con la Lazio Mancini ha vinto il suo secondo Scudetto nel 1999-2000 e l’ultima edizione della Coppe delle Coppe nel 1999 oltre che una Supercoppa Uefa, 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa italiana.

Un altro marchigiano famoso è il portiere Luca Marchegiani nato ad Ancona che ha fatto una lunghissima carriera a difendere le porte di squadre di Serie A tra cui Torino, Lazio e Chievo.
Con la Lazio ha vinto insieme a Mancini Scuetto, Coppe Italia, Coppa delle Coppe. Ha difeso i pali della squadra biancoceleste per 10 anni dal 1993 al 2003.
Ha partecipato ai Mondiali in Usa del 1994 come secondo portiere vice di Gianluca Pagliuca vincendo l’argento con l’Italia di Sacchi sconfitta dal Brasile ai rigori.

Tra i calciatori attuali c’è Giacomo Bonaventura, di San Severino Marche, classe 1989 che è uno dei punti fermi della Fiorentina e della nazionale italiana.

Anche l’attaccante Mattia Destro è un calciatore marchigiano nato e cresciuto nelle giovanili dell’Ascoli per poi passare all’Inter.
Destro classe 1991 ha militato in diverse squadre di Serie A tra cui Genoa, Siena, Roma, Milan e Bologna.
In Serie A vanta un totale di 266 presenze ed ha segnato ben 87 gol.
Attualmente è in forza al Genoa ed ha segnato 6 gol nelle prime 9 Giornate di Serie A 2021-2022.

Visto il suo grande periodo di forma ed i gol segnati sono molte le scommesse su Mattia Destro come capocannoniere della Serie A la cui quota è 25.00. 

Attualmente Mattia Destro è secondo nella classifica marcatori di Serie A con 6 gol insieme a Edin Dzeko e Joao Pedro. Al comando c’è Ciro Immobile con 7 gol.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.