Genoa-Juventus, Pirlo: “Paolo Rossi nostro eroe. Bisogna continuare con questa voglia e questo ritmo”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a Juventus TV alla vigilia della sfida contro il Genoa. Il tecnico bianconero ha ricordato anche Paolo Rossi, deceduto tre giorni fa.

Domani alle ore 18:00 la Juventus sarà di scena a Genova allo stadio Marassi dove affronterà il Genoa nella partita valevole per l’undicesima giornata di Serie A.

I bianconeri vengono da due belle vittorie contro Torino in campionato e Barcellona in Champions League e vogliono continuare su questa linea. I rossoblu arrivano dal pareggio subito a Firenze contro la Fiorentina all’ultimo secondo ed hanno un bisogno urgente dei tre punti.

Una partita che non va presa sottogamba e lo sa bene Andrea Pirlo che a Juventus TV ha presentato la sfida di domani. Prima di parlare della partita, il tecnico bianconero ha voluto ricordare Paolo Rossi, eroe dei Mondiali spagnoli del 1982 ed è così che lo ha voluto ricordare Pirlo: “Non ho avuto la fortuna di conoscerlo benissimo tranne qualche volta di sfuggita, però il ricordo indelebile di lui rimane il Mondiale dell’82. Ero piccolissimo non me li ricordo, però le immagini sono storia, è stato il nostro eroe e non lo dimenticheremo mai“.

Tornando al campo, la prestazione di Barcellona è ancora negli occhi dei tifosi, ma per Pirlo è tempo di voltare subito pagina. C’è una nuova sfida da affrontare e l’allenatore lombardo vuole che la squadra dia tutta se stessa in campo come fatto al Camp nou: “Se ce l’abbiamo ancora in testa allora cancelliamola, perché bisogna voltare pagina e bisogna dare continuità non deve esser stata solo questa partita contro il Barcellona. Bisogna continuare con questa voglia e ritmo, perché adesso c’è il campionato e quindi dobbiamo fare meglio in queste quattro partite”.

Il 3-0 al Barcellona, però, ha dato di sicuro più consapevolezza alla Juventus ed anche Pirlo è d’accordo sul fatto che ciò possa essere una grande iniezione di fiducia per le prossime gare: “Queste partite portano grande consapevolezza di miglioramenti, quindi può essere un’iniezione di fiducia grossa per questo finale di partite prima della sosta. Dobbiamo avere la stessa voglia, la stessa concentrazione, perché senza questa voglia andiamo incontro a brutte sorprese, quindi ci concentriamo per fare grandi partite”.

Domani davanti i bianconeri si ritroveranno un Genoa ferito e voglioso di prendersi tre punti che sarebbero importantissimo. In Serie A non esistono gare facili e Pirlo è cosciente che sarà difficile portare a casa i tre punti. Per il tecnico bianconero servirà la giusta concentrazione: “Loro sono una squadra molta brava a difendersi e ripartire, perché hanno giocatori rapidi e di spessore fisico davanti e dovremo esser molto attenti e concentrati a fare la nostra partita“.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo domani, Pirlo ritroverà Morata, con il giudice sportivo che ha accolto il ricorso della Juventus contro le due giornate di squalifica inflitte allo spagnolo dopo il rosso di Benevento. La squadra è in buone condizioni a detta del tecnico bianconero che non ha rivelato se potrebbe effettuare qualche rotazione: “Stanno tutti bene e hanno recuperato tutti anche Morata a cui è stata tolta, fortunatamente, una giornata di squalifica. Sono tutti a disposizione”.

Quella di domani sarà la prima partita di Pirlo da allenatore in uno stadio storico come quello di Marassi. Da giocatore, inoltre, l’allenatore della Juventus segnò un gol importantissimo a Marassi su punizione nel recupero, regalando ai bianconeri tre punti pesantissimi per lo scudetto. Pirlo ha ricordato proprio quel momento che lo lega allo stadio di Genova: “Uno stadio inglese dove mi è sempre piaciuto giocare da calciatore e ho fatto anche un bel gol e importante con la maglia della Juventus, quindi forse è il ricordo più veloce che mi viene in mente“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei