Fratelli Pogba: ecco cosa sta succedendo

Sempre più tormentato il rapporto tra Paul Pogba ed il fratello Mathias. Nuove accuse da parte del fratello del calciatore francese che colpiscono pesantemente il centrocampista della Juventus.

Non c’è un attimo di tranquillità per Paul Pogba che ha già dovuto fare i conti con un infortunio che non gli ha permesso di esordire in questa stagione. Adesso il calciatore della Juventus si è ritrovato anche le pesanti accuse che il fratello maggiore Mathias avrebbe mosso nei suoi confronti.

Mathias, ad oggi, sarebbe in carcere per estorsione ma questo non gli avrebbe impedito di continuare a tormentare il centrocampista. Di fatto, avrebbe incaricato un bot di pubblicare alcuni video, tramite il proprio account Twitter, dove spara delle parole davvero pesanti verso il fratello Paul. Accuse che si uniscono anche a magia nera e stregoneria.

“Se vedete questi messaggi significa che sono in carcere…”, così ha esordito Mathias sul suo account personale. In un video, l’ex calciatore avrebbe svelato dei retroscena raccapriccianti nei confronti del fratello il quale avrebbe pagato ben 100.000 euro uno stregone con l’obbiettivo di lanciare malocchi verso i propri avversari.

L’ex calciatore del Pescara avrebbe citato un episodio in particolare: la finale di Euro 2016 dove il Portogallo vinse contro la Francia per 1-0. In quell’occasione accaddero cose strane, a detta di Mathias, come un’invasione di falene ma soprattutto l’infortunio di Cristiano Ronaldo. Inoltre, ci sarebbe anche un altro avvenimento che riguarderebbe il periodo in cui Paul vestiva la maglia del Manchester United.

Nel prato dell’Old Trafford, infatti, Paul avrebbe messo dei pizzini al solo scopo di maledire gli avversari. Nei video, Mathias parla anche di incantesimi lanciati nei confronti del connazionale Kylian Mbappé per presunta gelosia. Tanta rabbia da parte del fratello del centravanti juventino e le sue dichiarazioni continuano a far discutere l’intero popolo del web.

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione