Francia: Deschamps allenatore del 2018

Altro importante riconoscimento per l’allenatore originario di Bayonne.

Dalla Serie B conquistata con la Juventus al salire sul tetto del mondo con la Francia. Didier Deschamps ne ha fatta di strada dal 2006 e lo ha fatto sempre a testa alta, portando spesso e volentieri qualcosa a casa, in ultimo proprio quella Coppa del Mondo che i Bleus non alzavano dal 1998, anno della prima ed unica vittoria francese ad un mondiale.

I risultati sono frutto di tanta fatica e sacrificio e France Football ha voluto premiare Deschamps eleggendolo miglior allenatore transalpino dell’anno. Questo riconoscimento non è affatto una sorpresa, con il tecnico di Bayonne capace di ridare un’identità ad una nazionale che sembrava averla persa insieme al suo orgoglio. La vittoria al Mondiale è sicuramente il punto culminante della carriera di Deschamps che ora punta con decisione Euro 2020.

Dopo aver vinto a Dubai il Globe Soccer Award e il premio FIFA, dunque, è arrivato l’ennesimo riconoscimento per il tecnico francese che succede a Zinedine Zidane, anch’egli in lizza per le tre Champions League consecutive vinte con il Real. Allo stesso France Football, Deschamps ha parlato proprio della sua carriera, assicurando di non aver pensato ad alcun piano per il futuro: “Non ho un piano per la mia carriera. Non ne ho mai avuto uno. Sono soddisfatto di quello che sto facendo ora. Grazie alla mia prima vita da giocatore che mi ha dato una forma di libertà, so che la mia prossima vita sarà sempre bella”.

Dopo gli Europei, Deschamps lascerà la Francia e in una recente intervista ha dichiarato che un suo ritorno alla Juventus non è improbabile. D’altronde, lo ha riconosciuto lui stesso, lasciare la Vecchia Signora fu un errore ed allora chissà forse le strade dei due potranno nuovamente incrociarsi.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei