Fifa The Best 2019, tutti i premi: clamorosa vittoria di Messi! Ci sono Alisson e Klopp, Top XI e Puskas

Premiati i migliori interpreti della scorsa stagione tra sorprese, certezze ed appelli. Il Liverpool fa incetta. Rapinoe miglior calciatrice. All’ungherese Zsòri il Puskas. La mamma commentatrice per il figlio vince il Fan Award. Bielsa premiato per il Fair Play.

Lunedì sera, alla Scala di Milano, sono stati assegnati i Fifa The Best 2019.

Il premio di miglior calciatore è andato, un po’ a sorpresa, a Leo Messi.

La Pulce ha battuto il difensore del Liverpool e della Nazionale olandese Virgil Van Djik, per molti il giocatore che più avrebbe meritato il premio, e l’eterno avversario Cristiano Ronaldo.

A proposito di Ronaldo: il portoghese della Juventus era uno degli ospiti più attesi, ma, non si sa per quale ragione, ha preferito declinare l’invito.

Ermetico- CR7 non si è fatto vedere, ma ha fatto comunque sentire la propria presenza. Durante la cerimonia ha infatti postato sui propri canali social un post criptico “ Pazienza e persistenza sono due caratteristiche che differenziano il professionista dal dilettante. Tutto ciò che è grande oggi è iniziato in piccolo. Non puoi fare tutto, ma fai tutto il possibile per realizzare i tuoi sogni. E tieni presente che dopo la notte arriva sempre l’alba…”, questo il testo del post.

L’assenza di Ronaldo, ovviamente, non è andata tanto giù ai vertici FIFA che, stranamente, ha poi dimenticato di menzionare il bianconero nella TOP XI della passata stagione, di cui tra l’altro faceva parte.

Il premio per il miglior giocatore non è però l’unico che è stato assegnato. Sono stati premiati infatti il miglior allenatore, il miglior portiere e i loro colleghi donne oltre al Premio Fair Play e al Puskas Award per il gol più bello.

L’allenatore- Per il premio di miglior allenatore erano tre i candidati: Jorgen Kloop ( Liverpool); Josep Guardiola ( Manchester City) e Mauricio Pochettino ( Totthenam). 

Questa volta i pronostici sono stati rispettati: Jurgen Kloop è stato il vincitore. 

Il numero 1- Come era prevedibile il premio per il miglior allenatore, lo è stato altrettanto quello per il miglior portiere, andato ad Alisson, autentico trascinatore del Liverpool alla vittoria in Champions.

Il brasiliano ex Roma ha avuto la meglio sul connazionale Ederson ( Manchester City) e su Ter Stegen (Barcellona).

Top XI-  4-3-3: Alisson (Liverpool e Brasile); Sergio Ramos ( Real Madrid e Spagna), Virgil Van Dijk (Liverpool e Olanda), Matthijs De Ligt (Ajax/ Juventus e Olanda), Marcelo ( Real Madrid e Brasile); Frenkie de Jong ( Ajax/ Barcellona e Olanda), Luka Modric ( Real Madrid e Croazia),  Eden Hazard ( Chelsea/ Real Madrid e Belgio); Lionel Messi ( Barcellona e Spagna), Cristiano Ronaldo (Juventus e Portogallo), Kylian Mbappé ( PSG e Francia).

 

La top 11 maschile al completo

 

I premi del calcio femminile- Nella prima storica edizione della “FIFA FIFPro Women’s World XI” dominano le calciatrici Usa, campionesse del mondo in carica.

Megan Rapinoe, capitano USA, è stata eletta miglior calciatrice, mentre Jill Ellis, CT USA, quale miglior allenatrice.

La Rapinoe (Reign) era stata insidiata dalla compagna di Nazionale Alex Morgan ( Orlando Pride) e dall’inglese Lucy Bronze.

La Ellis, campione del Mondo con gli Stati Uniti per la seconda volta dopo il successo del 2015, ha avuto la meglio sull’ex Manchester United Phil Neville e su Sarina Wiegman, rispettivamente CT della Nazionale inglese e di quella olandese.

Mirena Bartolini, CT dell’Italia, si è classificata sesta.

La vincitrice del premio di miglior portiere è stata l’olandese Sari van Veenendaal ( Arsenal/Atletico Madrid). Seconda classificata la cilena Christiane Endler ( Paris SG) e ultimo gradino del podio per la svedese Hedvig Lindahl ( Chelsea/Wolfsburg).

Il Top XI–  Tanta Francia ed Olympique Lione nella miglior squadra della stagione.

Sari Van Veenendaal ( Arsenal/ Atletico Madrid e Olanda); Wendie Renard (Olympique Lione e Francia), Lucy Bronze (Olymoique Lione e Inghilterra), Keiley O’Hara ( Utah Royals e USA), Nila Fisher ( Wolfusbrg ( Linköping e Svezia); Amdaine Henry ( Olympique Lione e Francia),  Rose Lavelle (Washington Spirit e Usa), Julie ERTZ (Chicago Red Stars e Usa); Alex Morgan ( Orlando Spirit e Usa), Megan Rapinoe (Seattle Reign e Usa), Marta (Orlando Pride e Brasile).

La Top 11 femminile al completo

Gli appelli- Durante i loro discorsi di ringraziamento, Messi e il capitano USA, supportati dal Presidente FIFA Gianni Infantino, hanno invitato tifosi ed addetti ai lavori a combattere ogni forma di razzismo ( Infantino ha citato gli incresciosi episodi avvenuti nel nostro campionato, ndr), di disparità di trattamento ( riaccendendo la questione sulla differenza salariale tra il calcio maschile e quello femminile) e l’omofobia.

Gli altri premi- Il premio per il gol più bello, il Puskas Award, è stato vinto dal 18enne ungherese Daniel Zsori

Il giovane talento magiaro, ex Debrecen ed attualmente al Fehervar, si è aggiudicato il prestigioso premio grazie alla spettacolare rovesciata messa a segno in Debrecen-Ferencvaros del 16 febbraio scorso. 

Niente da fare dunque per il pallonetto di Messi contro il Betis lo scorso 17 marzo, e neanche per la punizione di Juan Ferdinando Quintero (River Plate) durante la gara contro il Racing in Superliga Argentina del 10 febbraio.

Tra i candidati c’era anche il bellissimo tacco di Quagliarella contro il Napoli.

Premiato anche El Loco Marcelo Bielsa, ed il suo Leeds, con il Premio Fair Play per aver lasciato segnare gli avversari dopo aver realizzato un gol un calciatore a terra, durante la gara di Championship contro l’Aston Villa.

Premio per il miglior tifoso a Silvia Grecco, la mamma- tifosa del Palmeiras che racconta le partite al figlio dodicenne ipovedente e acustico.

Salita sul palco della Scala, Silvia, accompagnata da Nickolass, ha dedicato il premio a Justo Sanchez, tifoso uruguaiano che ha iniziato a tifare la squadra di cui era tifoso il figlio, il Cerro, dopo la sua morte.

” Il calcio può trasformare la vita delle persone. Grazie al semplice gesto di narrare le partite per mio figlio abbiamo avuto la possibilità di essere visti con gli occhi dell’amore: il sentimento più bello che noi tutti abbiamo” 

 

 

 

 

 

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus