F1, Williams: la giornata di domani a rischio a causa dell’incidente di Stroll

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora possiamo tranquillamente dire che l’approccio di Lance Stroll con la FW40 non è stato dei migliori. Ieri, in tarda mattinata, a causa di un’uscita di pista alla Campsa danneggia l’ala anteriore; senza pezzi di ricambio, il team è costretto ad interrompere lì la giornata di lavoro. Oggi altri due episodi: prima un innocuo testacoda ancora al mattino; quindi, ad un’ora e quaranta dalla bandiera scacchi, Stroll perde la vettura a causa delle gomme fredde in uscita di curva 5, sbattendo contro le protezioni.

La Williams FW40 di Lance Stroll contro le barriere, dopo l’incidente di oggi (foto da: f1hub.net)

Nell’impatto, si sono seriamente danneggiate ala anteriore e sospensione anteriore sinistra. Ancora una volta, i pezzi di ricambio sono un problema e la Williams rischia di non scendere in pista domani. “Stiamo indagando sui danni, evidenti nella parte anteriore sinistra. Ma è presto per dare un giudizio” – ha ammesso Rob Smedley – “Domani siamo sicuramente in dubbio, ma vogliamo scendere in pista ed accumulare chilometri. E’ troppo importante”.

Smedley, comunque, si affretta a proteggere dalle critiche il giovane canadese: “Lance è uscito con gomme medie ancora fredde e parecchia benzina a bordo e, nel giro di lancio, lo hanno tradito. Purtroppo si è ritrovato a finire contro le barriere senza poter fare nulla e danneggiando la vettura. Sono cose che possono capitare e ce lo aspettavamo, ma non è colpa sua. Non deve sentirsi in colpa con la squadra, anche se capisco che è sempre molto facile accusare il pilota. L’unica cosa che si può fare è cercare di capire come evitare in futuro situazioni simili“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo