F1, Gunther Steiner: “In Haas abbiamo già scelto di concentrarci per il 2019”

La Formula 1 sta osservando la consueta pausa estiva, in attesa di tornare in pista nei templi della velocità di Spa e Monza tra fine agosto ed inizio settembre. Tra occasioni colossali gettate al vento (vedasi Melbourne) ed ottimi risultati (il 5° posto di Kevin Magnussen in Bahrain ed il 4° e 5° posto del Red Bull Ring, con Romain Grosjean davanti al danese), il team Haas si ritrova ad occupare la quinta posizione nel Campionato Costruttori, a 16 punti dalla Renault e con un margine rispettivamente di 7 e 14 punti su Force India e McLaren.

Gunther Steiner, team principal del team Haas (foto da: thecheckeredflag.co.uk)

Forte di un buon progetto come quello della VF-18, e soprattutto di una power unit Ferrari sempre più competitiva, il team statunitense si sta riuscendo a ritagliare un ruolo ben definito, lottando sistematicamente per il ruolo di ‘primi degli altri’. A questo punto della stagione, però, se non ti chiami Ferrari, Mercedes o Red Bull, arriva il momento di porti il dilemma quasi amletico: continuare a sviluppare la monoposto dell’anno in corso? Oppure mollare tutto e concentrarsi già sull’annata successiva? Gunther Steiner, raggiunto da Racefans.net, ha le idee molto chiare.

Abbiamo preso la nostra scelta, ed abbiamo cominciato a lavorare sulla vettura 2019. E’ un obbligo per noi, altrimenti rischiamo di trovarci troppo indietro rispetto ai nostri rivali” – spiega il team principal Haas – “Abbiamo preso questa decisione anche perché  la nostra macchina si trova in una buona posizione nel gruppo degli inseguitori, e per noi non ha senso continuare a lavorarci. Dobbiamo guardare al futuro, ovvero al 2019. Non fermeremo totalmente gli sviluppi sulla VF-18, ma si tratterà di cose marginali. In galleria del vento stiamo ormai sviluppando la vettura del prossimo anno“.

Steiner, quindi, si è soffermato anche sullo stato di forma di Romain Grosjean. Protagonista di una stagione non eccezionale, tranne per qualche spunto isolato, il ginevrino ha subito varie critiche, venendo spronato di recente anche dallo stesso manager alto-atesino. “Non voglio spingermi troppo avanti, ma quel che è certo è che parleremo tra di noi della situazione subito dopo la pausa estiva. Umanamente parlando, rispetto tantissimo Romain. Tre anni fa si prese un grosso rischio firmando per noi, un rischio che pochissimi avrebbero avuto il coraggio di correre. Lui ha creduto nel nostro progetto da subito“, ha commentato Steiner.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo