F1 GP Turchia 2020: Le dichiarazioni piloti dopo le qualifiche

Quelle odierne sono state qualifiche pesantemente condizionate dalla pioggia che, seppur non insistente, ha reso davvero difficile alle monoposto poter mantenere una traiettoria definita, causando vari testacoda, capovolgimenti spettacolari ed insolite sorprese sul circuito di Istambul, in Turchia.

Il Pole Man di giornata è il giovane canadese Lance Stroll, pilota della Racing Point, che ha strappato nello sprint finale la prima posizione a colui che forse, visto il suo complessivo percorso durante il week end, l’avrebbe decisamente meritata e cioè Max Verstappen su Red Bull.

Questa straordinaria “furia rosa” (il compagno di Stroll, Perez occupa la terza posizione) è figlia anche di un’ottima strategia per quanto riguarda la scelta gomme. I piloti della Racing Point sono stati gli unici nell’ultima sessione di qualifica a scendere in pista con gomme intermedie e questo ha inevitabilmente dato alle due monoposto una spinta maggiore, rispetto alle gomme da bagnato montate da tutti gli altri piloti (che hanno cambiato le loro quando ormai era troppo tardi per tentare un recupero).

Ciò che è successo in Turchia (con o senza pioggia) è comunque storico, si tratta della prima pole in carriera per Stroll, la prima non Mercedes in questo 2020 e la prima non Mercedes-Red Bull-Ferrari da quando la Formula 1 è mossa da motori ibridi.

La Red Bull ha comunque confermato il suo ottimo week end piazzando, come detto, Verstappen in seconda posizione ed il suo compagno di scuderia Albon in quarta, buoni piazzamenti se si considera la sessione sottotono delle due “frecce nere” Mercedes. Lewis Hamilton (sempre più vicino al suo ennesimo titolo mondiale) chiude la sua qualifica in sesta posizione mentre il finlandese Bottas ottiene il nono tempo.

Quasi inguardabili le due Ferrari che, nonostante i passi avanti mostrati nelle PL, non riescono a raggiungere neanche l’ultima sessione di qualifiche potendo così rientrare nei top 10. La pioggia ha decisamente spazzato via le speranze della “rossa” che termina la sua giornata con Sebastian Vettel dodicesimo ed il monegasco Leclerc in tredicesima posizione, grazie soprattutto alla penalizzazione post sessione di Sainz.

Vediamo cosa hanno dichiarato i protagonisti di giornata:

Racing Point

Lance Stroll: “Oggi è stato incredibile è uno dei migliori momenti della mia carriera in Formula 1. Quando mi è stato detto alla radio che avevo preso la pole position, ho pensato: “pizzicami, sto sognando!”. Sono ancora un po’ senza parole: ho sognato giorni come questi ed è un momento speciale.

‍“L’asfalto là fuori era incredibilmente scivoloso ed è stato molto difficile da guidare, ma la mia fiducia nella macchina stava aumentando durante le qualifiche e stavo mettendo insieme il tutto. Precisione e concentrazione sono assolutamente fondamentali sul bagnato perché può essere sempre imprevedibile da una curva all’altra della pista. Quando la macchina si sente così bene e le gomme sono a temperatura, è come una danza e adoro guidare in quelle situazioni.

Fonte: profilo Twitter Racing Point

‍“La sessione ha dimostrato che era così importante essere con la gomma giusta al momento giusto e abbiamo decisamente fatto la scelta giusta essendo con gomme intermedie alla fine. Ha funzionato perfettamente. Sapevamo che saremmo arrivati all’ultimo giro e abbiamo messo tutto insieme per la pole.

‍“Lascerò che questo passi e mi divertirò prima di pensare a domani. Sappiamo che sarà dura con Max vicino e la Mercedes probabilmente farà progressi, ma abbiamo entrambe le vetture in ottime posizioni e possiamo puntare a segnare punti importanti per la squadra per renderlo un week end davvero speciale.

‍”Non ero mai stato a Istanbul prima di questo fine settimana, ma ora lo adoro!”

Sergio Perez: “È una bella giornata per la squadra e sono molto contento. In Q1, ho dovuto interrompere il mio miglior giro con le bandiere gialle e questo mi è quasi costato un posto in Q2, soprattutto perché gli altri non hanno interrotto i loro giri sotto il doppio giallo sventolato. Ma ce l’abbiamo fatta per poco.

“Una volta in Q3, abbiamo deciso di optare per la gomma intermedia perché ero fiducioso che avremmo potuto ottenere la giusta temperatura e far andare la gomma. Ha dato i suoi frutti e giro dopo giro, stavamo migliorando e sembravamo veloci.

‍“Penso che avrei potuto conquistare la pole oggi, ma nel mio ultimo giro quando le mie gomme erano al meglio, [Antonio] Giovinazzi era davanti a me alla curva 5 ed è uscito ed è rientrato in pista davanti a me, e ho dovuto fare marcia indietro.

‍“Ma comunque, sono molto contento della terza posizione, soprattutto perché significa che partiremo dalla parte migliore della griglia di quanto avremmo in seconda posizione. Possiamo essere orgogliosi di quanto abbiamo migliorato la macchina durante la notte e siamo stati molto forti sul bagnato.

‍“Domani dovremo vedere cosa è possibile fare in gara – potrebbe succedere di tutto. Sappiamo che la Mercedes tornerà forte in campo, Max compreso, ma speriamo di poter fare un buon primo giro e partire da lì.

‍”Mi aspetto che sarà un inizio complicato per la gara perché sarà difficile portare rapidamente in temperatura le gomme, ma spero di poter trarre vantaggio e portare a casa un risultato speciale per la squadra”.

Red Bull

Max Verstappen: “Ad essere onesti, è molto deludente finire al secondo posto nelle qualifiche oggi. Può sembrare strano dirlo, dato che è una buona posizione di partenza, ma quando sei primo in ogni sessione con un divario così grande ci aspettavamo di più ed è difficile da digerire. Quando le condizioni della pista sono migliorate abbiamo montato le intermedie ma era troppo tardi ormai, mentre sul bagnato estremo eravamo molto a nostro agio e non abbiamo avuto problemi. Chiaramente i giri dietro a Kimi non hanno aiutato ma anche qualcosa non ha funzionato per noi a livello di prestazioni gomme.

Fonte: profilo Twitter Red Bull

“Come la gente sa, voglio sempre il meglio e cerco sempre di fare meglio, quindi non è una bella sensazione in questo momento. Ma non possiamo cambiarla ora. Questa è una corsa e non puoi sempre essere felice se non ottieni il massimo fuori dalle condizioni. Non ci sono punti per oggi e abbiamo un buon ritmo, quindi speriamo di avere un tempo migliore domani e dimostrare cosa possiamo davvero fare qui”.

Mercedes

Lewis Hamilton: “ E’ stato difficoltoso oggi e tutti stavamo lottando ma evidentemente alcune persone sono state fortunate nel cambio gomme preventivo, più di noi.

Fonte: profilo Twitter Mercedes

Eravamo in difficoltà a causa delle temperature ingestibili degli pneumatici e non riuscivamo a trovare il grip di cui necessitavamo. Abbiamo fatto il massimo possibile oggi. Domani sarà una sfida e credo che faremo comunque fatica con le gomme, ma darò tutto quello che ho”.

Valtteri Bottas: “E’ stato molto difficile il nostro week end, soprattutto oggi. Possediamo una grande macchina ma alla fine sono le gomme che toccano il terreno e danno la necessaria spinta in pista. Se non riesci a gestirle bene e non hai il giusto grip, poco importa la potenza della macchina in sé. Le squadre che sono riuscite a far funzionare al meglio le gomme, sono finite al vertice e chiaramente su quel fronte non abbiamo lavorato abbastanza oggi. Ho faticato in Q3 con le intermedie, dato che non riuscivo a farle arrivare a temperatura. Non è la posizione che avrei voluto ma non vedo l’ora che arrivi la gara, sapendo di non avere nulla da perdere.”

Ferrari

Charles Leclerc: “Le condizioni in qualifica sono state molto difficili e purtroppo le cose per noi sono andate peggio del previsto, dopo che il weekend fin qui era stato ragionevolmente buono. Questa mattina pioveva abbastanza forte ma avevo un buon grip e le sensazioni che la vettura mi trasmetteva erano incoraggianti. Purtroppo, nel pomeriggio invece la situazione è cambiata completamente.

Fonte: profilo Twitter Ferrari

Non siamo riusciti a far lavorare le gomme, con il bagnato il nostro passo è stato molto lento e non possiamo essere in alcun modo soddisfatti. Per domani non mi resta che sperare in una gara asciutta”.

Sebastian Vettel: “Il nostro problema oggi è stato riuscire a mettere le gomme in temperatura, e in una situazione come quella odierna anche pochi gradi possono fare una differenza enorme. Sfortunatamente non siamo stati in grado di sfruttare il potenziale della macchina e in questo senso credo che le gomme Extreme Wet siano state la mescola peggiore per noi. Di sicuro oggi la macchina valeva più del 12° posto, ma non in condizioni di pista simili.

Domani però, pur da centro gruppo, la gara si prospetta interessante proprio a causa delle caratteristiche dell’asfalto che credo siano senza precedenti, anche se ad Austin nel 2012, con il manto appena rifatto, avevamo visto qualcosa di simile. Ieri le sessioni sull’asciutto sono state molto difficili ma anche divertenti.

È chiaro che per noi non sarà facile, ma sono convinto che ci sia la possibilità di recuperare rispetto alla posizione dalla quale partiamo”.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus