F1 GP Bahrain 2019: anteprima ed Orari Diretta TV

Tutto pronto in Bahrain per il secondo weekend di gara del Mondiale 2019 di Formula 1. Il circuito di El Sakhir si prepara ad ospitare la 15.esima edizione del Gran Premio del piccolo regno situato in pieno Golfo Persico. E’ già un appuntamento importante per definire meglio i rapporti di forze in griglia, dopo quanto visto (e/o non visto) in Australia. Valtteri Bottas e la Mercedes, dopo l’esordio fulminante di Melbourne, saranno chiamati alla conferma, così come la Red Bull-Honda, subito a podio con Max Verstappen. Lewis Hamilton proverà a ristabilire da subito le gerarchie interne al suo team. Ma i riflettori saranno giocoforza puntati sulla Ferrari. Dopo il debutto shock dell’Albert Park, la Scuderia è chiamata a reagire e a scacciare tutti i fantasmi.

Suggestiva vista notturna del Sakhir, circuito che ospita il Gran Premio del Bahrain (foto da: twitter.com)

F1 GP BAHRAIN 2019: IL PRONOSTICO

Pur essendo soltanto la seconda gara di 21, ci si aspettano già delle risposte ben circostanziate dall’appuntamento del Bahrain. Se dovessimo prestar fede ‘completamente’ a quanto visto in Australia, avremmo la Mercedes davanti, la Red Bull soprendentemente nelle vesti di prima inseguitrice, e la Ferrari ad arrancare terribilmente. La speranza e la sensazione, però, è che non sia così semplice il discorso. Innanzitutto per quanto riguarda la Scuderia. Dopo le enormi difficoltà australiane, a Maranello giurano di aver capito benissimo cosa sia andato storto, continuando a sottolineare che la vera SF90 si vedrà solo a partire da questo weekend.

Sebastian Vettel e Charles Leclerc durante il difficile debutto stagionale di Melbourne (foto da: twitter.com/ScuderiaFerrari)

Una situazione del genere, però, è rischiosa, portando già ad una sorta di aut-aut: se le cose dovessero effettivamente andar bene, con Vettel e Leclerc competitivi ai massimi livelli, allora tutti, dal team ai fan della Rossa, tirerebbero chiaramente un grosso sospiro di sollievo; ma se, al contrario, dovesse ripetersi il disastro di Melbourne, o comunque uno scenario con una Ferrari non abbastanza competitiva rispetto agli avversari, allora il clima attorno a Binotto&co diverrebbe già rovente, da (nuova) caccia alle streghe. Ecco dunque perché il weekend del Sakhir rappresenta già uno spartiacque della stagione del team italiano.

Dall’altra parte abbiamo una Mercedes che, boutade di Toto Wolff a parte, in Australia ha davvero mostrato i muscoli. In qualifica con entrambi i piloti, Hamilton in particolare ovviamente; in gara, con un Valtteri Bottas letteralmente indemoniato ed imprendibile. La W10 dovrebbe trovarsi a suo agio nel deserto del Bahrain e, con in più un Hamilton sicuramente voglioso di rimettere al suo posto Bottas, ecco che i galloni di favoriti non possono che essere i loro.

La festa del box Mercedes dopo la doppietta con cui hanno inaugurato il Mondiale 2019 (foto da: twitter.com/MercedesAMGF1)

Su una pista prettamente di motore, quindi, c’è curiosità per tastare il polso della Red Bull-Honda, reduce dal bel 3° posto di Max Verstappen. I nipponici hanno fatto sapere di attendersi una vittoria entro l’estate, affilando le armi; così come di certo l’olandese proverà ad essere tra i protagonisti. Attenzione a Pierre Gasly: il francese è chiamato a riscattare il gramo weekend di Melbourne, è il calendario gli propone il circuito sul quale lo scorso anno ottenne un clamoroso 4° posto con la Toro Rosso.

Il duo Red Bull, Max Verstappen e Pierre Gasly. Il team anglo-austriaco sarà chiamato alla conferma in Bahrain dopo il positivo debutto in Australia (foto da: twitter.com/redbullracing)

Allargando lo sguardo agli altri, ci si attende molta battaglia nel gruppo immediatamente alle spalle dei big. In tanti sgomiteranno per un ‘posto al sole’. A partire dalla Haas di Romain Grosjean e Kevin Magnussen, apparsa subito in palla in Australia (al solito), passando per la Renault, con un Daniel Ricciardo in particolare a caccia di un risultato positivo, e per l’Alfa Romeo, che punterà molto su un Kimi Raikkonen che qui vanta un’ottima tradizione (8 podi). Attenzione chiaramente anche al trio Racing Point, Toro Rosso e McLaren, tutti con le potenzialità di arrivare nei primi 10. Chance pressoché nulle per le Williams, purtroppo.

F1 GP BAHRAIN 2019: ORARI TV

Il Gran Premio del Bahrain, secondo appuntamento del Mondiale 2019 e gara #999 nella storia, in Italia sarà visibile in diretta esclusiva su Sky Sport, mentre andrà in differita su TV8.

F1 GP BAHRAIN 2019 SKY (Diretta Esclusiva)

Venerdì 29 Marzo 2019

Prove Libere 1: 12:00 – 13:30
Prove Libere 2: 16:00 – 17:30

Sabato 30 Marzo 2019

Prove Libere 3: 13:00 – 14:00
Qualifiche: 16:00

Domenica 31 Marzo 2019

Gara: 17:10

F1 GP BAHRAIN 2019 TV8 (Differita)

Sabato 30 Marzo 2019

Qualifiche: 21:30

Domenica 31 Marzo 2019

Gara: 21:30

F1 GP BAHRAIN 2019: PNEUMATICI E METEO

Queste le mescole che porterà la Pirelli al Sakhir: la C1 come mescola Hard bianca, la C2 come mescola Medium gialla e la C3 come mescola Soft rossa. I piloti di Ferrari e Mercedes, oltre a Max Verstappen (Red Bull), avranno nove treni di Soft, tre di Medium ed uno di Hard (così anche i due di Alfa Romeo e Racing Point, insieme a Kevin Magnussen (Haas)). Pierre Gasly (Red Bull), invece, avrà otto treni di Soft, tre di Medium e due di Hard, come i due McLaren e George Russell (Williams). La scelta più aggressiva, con dieci treni di Soft, è stata fatta dai due Toro Rosso e da Nico Hulkenberg (Renault), con due Medium ed una Hard, e da Daniel Ricciardo (Renault), a sua volta con un treno di Medium e due di Hard. Con nove treni di Soft, due di Medium e due di Hard ecco Romain Grosjean (Haas); con otto Soft, quattro Medium ed uno di Hard troviamo infine Robert Kubica (Williams).

Le mescole scelte dai piloti in vista del Gran Premio del Bahrain 2019 (foto da: twitter.com/pirellisport)

Queste le parole della vigilia di Mario Isola, Responsabile F1 e Car Racing Pirelli: “In passato, la gara in Bahrain è stata molto combattuta dal punto di vista della strategia, come ad esempio nel 2018, e speriamo che anche quest’anno sia così. Le mescole hard C1 e medium C2 nominate per questa gara sono leggermente più morbide rispetto a hard e medium del 2018, dovrebbero quindi adattarsi meglio alle caratteristiche di questo tracciato. Nonostante la gestione dei pneumatici posteriori sia un elemento chiave in Bahrain, solo pochi team hanno scelto più set di hard. Come sempre, la vera sfida sarà gestire la trazione, su un circuito variabile con temperature in calo e l’asfalto più abrasivo di tutta la stagione“.

La preview Pirelli del Gran Premio del Bahrain 2019 (foto da: twitter.com/pirellisport)

Il circuito del Sakhir è tipico stop&go, molto impegnativo soprattutto dal punto di vista dei freni, con ben 8 staccate (la più difficile delle quali è quella di curva 1) e il 20% circa del giro passato con il pedale del freno premuto. La conformazione del circuito stressa molto anche gli pneumatici posteriori, sforzati tanto in particolare in trazione. L’asfalto, in granito proveniente dalla Gran Bretagna, è il più abrasivo in assoluto, con il degrado termico e quello dovuto al grip che raggiungono livelli significativi. Per quel che riguarda il meteo, si prevede cielo poco o parzialmente nuvoloso per tutto il weekend. Le temperature oscilleranno in genere tra i 26-27 C° delle sessioni diurne, ai 23 C° di quelle notturne (qualifiche e gara in particolare). Occhio al vento, che andrà rinforzando nel corso del fine settimana.

F1 GP BAHRAIN: ALBO D’ORO

I

Sebastian Vettel bacia il trofeo del vincitore sul podio del Sakhir, edizione 2018. Il tedesco è il pilota più vincente in Bahrain (foto da: formula1.ferrari.com)

(2004) – El Sakhir – Michael Schumacher (GER, Ferrari)

(2005) – ” ” – Fernando Alonso (SPA, Renault)

(2006) – ” ” – Fernando Alonso (SPA, Renault)

(2007) – ” ” – Felipe Massa (BRA, Ferrari)

(2008) – ” ” – Felipe Massa (BRA, Ferrari)

(2009) – ” ” – Jenson Button (GBR, BrawnGP-Mercedes)

(2010) – ” ” – Fernando Alonso (SPA, Ferrari)

(2011) – Annullata

(2012) – ” ” – Sebastian Vettel (GER, Red Bull-Renault)

(2013) – ” ” – Sebastian Vettel (GER, Red Bull-Renault)

(2014) – ” ” – Lewis Hamilton (GBR, Mercedes)

(2015) – ” ” – Lewis Hamilton (GBR, Mercedes)

(2016) – ” ” – Nico Rosberg (GER, Mercedes)

(2017) – ” ” – Sebastian Vettel (GER, Ferrari)

(2018) – ” ” – Sebastian Vettel (GER, Ferrari)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo