F1, GP Austria 2020, Risultati PL1: Hamilton precede Bottas e Verstappen

Subito uno-due Mercedes nella prima sessione di libere al Red Bull Ring. Verstappen 3°, bene McLaren e Perez. Indietro i ferraristi

Il Mondiale 2020 di Formula 1 è finalmente ripartito, con la disputa della prima sessione di prove libere al Red Bull Ring, valevoli per il Gran Premio d’Austria. Sotto un cielo nuvoloso (e con qualche goccia di pioggia nei primi minuti), è stata la Mercedes, in total black, a fare da subito la voce grossa.

Davanti a tutti c’è infatti il favorito #1 anche di questo campionato, Lewis Hamilton, al comando con il crono di 1:04.816; il sei volte Campione del Mondo precede il compagno di box, Valtteri Bottas (+0.356), e la Red Bull di Max Verstappen (+0.602), autore anche di un testacoda in uscita di curva 1. La Mercedes ha usato diffusamente il DAS, con cui si preannuncia una battaglia con la Red Bull.

Lewis Hamilton parte con il piede giusto in Austria, staccando il miglior tempo delle PL1 (foto da: twitter.com/F1)

Cominciano molto bene la McLaren, con il futuro ferrarista Carlos Sainz Jr. e Lando Norris rispettivamente in 4° (+0.615) e 6° posizione (+0.805), e la Racing Point, con Sergio Perez che piazza la chiacchierata RP20 in mezzo alle due MCL35 (5° a +0.696), con tanto di accenno di simulazione di passo gara con la mescola hard (bianca) a dir poco interessante.

A seguire e con il 7° tempo (+0.885) ecco l’altra Red Bull di Alexander Albon, seguito dalla Renault di Daniel Ricciardo (+1.044) e dalla Haas di Kevin Magnussen (+1.091). Avvio ‘lento’ della Ferrari, che chiude la top-10 con Charles Leclerc (+1.108) ed è 12° con Sebastian Vettel (+1.261). Va detto che i due ferraristi non hanno mai dato l’impressione di spingere, oltre a non aver mai usato la mescola soft (rossa). In mezzo ai due del Cavallino ecco Lance Stroll (11° a +1.258), con la seconda Racing Point.

Al ritorno in un weekend di gara dopo oltre un anno e mezzo d’assenza, Esteban Ocon piazza la sua Renault in 13° posizione (+1.454), davanti alle due Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi (+1.544) e di Kimi Raikkonen (+1.549). La prima AlphaTauri è quella di Pierre Gasly (16° a +1.588), autore nel finale di un testacoda in uscita dall’ultima curva giusto davanti alla Williams di George Russell (17* a +1.679).

Una Williams che non è partita male, guardando al gap con gli altri e soprattutto visto il disastroso 2019. Il rookie Nicholas Latifi debutta seguendo (quasi) a ruota il compagno di box, terminando la sessione 18° (+2.090) e davanti all’altra AT01 di Daniil Kvyat (+2.127). Unico senza tempo Romain Grosjean (Haas), che ha avuto nelle prime fasi un problema all’impianto frenante.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo