F1 Giappone 2017, Verstappen: “Difficilmente sarei riuscito a superare Lewis”

Max Verstappen prosegue nel suo momento positivo e, dopo la vittoria di Sepang, arriva un ottimo 2° posto in quel di Suzuka. Il pilota olandese, infilando nel primo giro un Vettel in evidente difficoltà, si è installato in modo permanente alle spalle del leader Hamilton. Durante la gara, in particolare nel secondo stint con le Soft, ha cercato di mettergli pressione, ma a causa del comportamento scorretto dei doppiati Alonso e Massa non ha potuto provare ad attaccare il pilota Mercedes. Ciononostante, in conferenza stampa Verstappen ha sottolineato come, a suo parere, anche senza quest’intoppo non sarebbe riuscito a passare Lewis.

Il sorriso di Max Verstappen, che a Suzuka ha conquistato la seconda posizione in gara (foto da: facebook.com/redbullracing)

E’ un periodo nel quale riusciamo ad essere piuttosto competitivi” – ha esordito Verstappen – “Oggi sono partito decisamente bene e su un circuito come Suzuka, dove è difficile superare, ciò è fondamentale. Sono riuscito ad avere un buon passo con le Supersoft, anche se al livello di Lewis, mentre quando abbiamo messo le Soft eravamo più veloci di lui. Siamo riusciti a mantenere il gap entro i tre secondi, pur cercando di preservarli per poi sfruttarli al meglio sul finale di gara. Sono molto contento del passo che abbiamo mostrato, ma non penso che sarei riuscito a superare Lewis“.

Suzuka ha un layout che rende arduo a chi segue restare in scia al pilota che ha davanti. Solo con la giusta strategia puoi passare, e oggi sia io che Lewis ne avevamo una identica” – ha continuato il pilota Red Bull – “Sono piuttosto ottimista per le ultime gare stagionali. La nostra vettura sta migliorando costantemente. La qualifica rimane il nostro punto debole, ma in gara mostriamo un progresso superiore a quello effettuato dai nostri rivali“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo