F1, Ecclestone provoca Liberty Media: “Passino alla PU completamente elettrica”

Quando Bernie Ecclestone parla, o rilascia interviste, come nell’ultimo caso con gli inglesi del Guardian, quasi mai non finisce per scatenare discussioni. Dopo aver lasciato le redini del Circus agli americani di Liberty Media, il miliardario inglese ha più volte attaccato i suoi successori, oltre ad avere sin dalla loro introduzione una opinione molto negativa delle attuali power unit ibride.

Bernie Ecclestone, ex patron della Formula 1 (foto da: thesun.co.uk)

Eppure, le ultime dichiarazioni sembrerebbero presumere un cambio di rotta praticamente ad U di Ecclestone, tanto sorprendente da risultare quantomeno sospetto. Ebbene, secondo il Bernie la Formula 1, quanto prima, dovrebbe cambiare tutto ed adottare propulsori totalmente elettrici. Inoltre avvisa Liberty Media di non sottovalutare le poco velate minacce di Marchionne di abbandonare il Circus, se il regolamento dei nuovi propulsori del 2021 dovessero avere determinate caratteristiche, osteggiate da Maranello.

La Formula 1 deve rompere con il passato e cambiare volto, abbracciando un futuro totalmente elettricoLa denominazione ‘Formula 1’ sarà ancora valida, ovviamente, e abbiamo ancora i contratti con i promotori. Possiamo costruire monoposto diverse, parlando con i costruttori e dando il via ad una Formula 1 completamente elettrica, una Formula 1 per il futuro“, ha spiegato Ecclestone.

Le monoposto potrebbero continuare ad avere la struttura odierna, solo che cambierebbe il rumore. Ma il mio pensiero è che, con i mezzi attuali, non sia un problema ideare qualcosa che riproduca il suono delle vecchie Formula 1. Liberty Media dovrebbe avere le palle di fare una cosa simile anche adesso. In futuro saranno costretti a farlo“, ha continuato il nativo di Ipswich.

Riguardo alla questione Marchionne: “La Formula 1 è la Ferrari, e la Ferrari è la Formula 1, lo sappiamo. E io non riesco ad immaginare una Formula 1 senza FerrariSergio non è certo uno che parla a vuoto e, se dice una cosa, lo fa perché è convinto che potrebbe farla. Se un giorno la Ferrari decidesse di lasciare il Circus e di dar vita ad una serie diversa, non sarebbero in pochi a seguirla. I promoters non sarebbero per nulla felici di una Formula 1 senza Ferrari“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo