F1, Binotto fra Coronavirus, SF1000 e futuro di Vettel

La stagione di Formula 1 è ferma e Mattia Binotto pensa a quello che potrebbe succedere adesso, prendendo in considerazione anche ciò che è successo. Il team principal della Scuderia Ferrari analizza a freddo la situazione che si è venuta a creare. Un pensiero lucido per ogni dubbio dei Tifosi: il Coronavirus, il futuro di Vettel in rosso e la SF1000 e le sue prestazioni.

Mattia Binotto e Sebastian Vettel. Fonte: Twitter ufficiale Ferrari

Binotto e il Coronavirus

Il primo pensiero di tutti è la pandemia che sta affliggendo tutto il mondo, non da meno quello dello sport.

“Trovo corretto fermare le gare e chiudere le fabbriche– spiega Mattia Binotto – in quanto il nostro primo pensiero è la salute dei nostri dipendenti. é in cima alle nostre priorità. La decisione di andare a Melbourne non è stata semplice anche perchè hanno cambiato i voli e la situazione per gli italiani era già difficile. Ma l’importante è che sia finito.”

SF1000: una monoposto misteriosa

La cancellazione dei Gran Premi ha fatto sì che i dubbi degli appassionati riguardo l’ultima arrivata delle monoposto Ferrari si acuissero. La SF1000, infatti, durante i test di Barcellona si è resa autrice di prestazioni insicure, che altalenavano fra ottimi risultati ed altri davvero deludenti. L‘impressione generale è stata quella di un’auto in bilico, scevra di stabilità.

“Quelli erano solo i test, Barcellona serve per questo, no?– commenta Binotto- le prestazioni della SF1000 in quell’occasione non sono determinanti per delineare la competitività della Ferrari. I primi tre Gran Premi sono quelli che servono per capire a che punto si è, e quest’anno ancora non ci sono stati”.

Tuttavia, quello che ha colpito è stata l’allarmante distanza dalla Rossa di Maranello e la Mercedes, a portata di mano alla fine del 2019. “Il motivo è molto semplice: la Mercedes ha fatto davvero un gran lavoro, bisogna riconoscerlo”– ammette il team principal della Ferrari.

Sebastian Vettel: il suo futuro ed il rapporto con Leclerc

Un altro punto sul quale Binotto si esprime è il futuro di Sebastian Vettel. I dubbi maggiori risiedono nel paragonare un grande e affermato campione ad un astro nascente che non ci sta a rimanere dietro ad imparare, un talento scoppiettante, per quanto ancora grezzo, come Charles Leclerc.

Sfatiamo un mito: Charles e Sebastian sono liberi di gareggiare– ha affermato con tono sicuro Binotto- però questo non significa che non debbano sottostare ai nostri team orders, se se ne dovesse presentare la necessità”.

Ci sono state ancora delle voci riguardo Hamilton in rosso e sappiamo che Leclerc ha già il suo contratto a lungo termine sotto chiave e sembra giusto domandarsi che ne sarà del quattro volte Campione del Mondo tedesco.

“La nostra prima scelta è Sebastian– assicura il team principal del team di Maranello- qualcosa l’anno scorso è andato storto ma lui ha tutte le qualità per andare avanti, inoltre lo vedo molto concentrato. Stiamo stipulando un rinnovo ma abbiamo tutti la voglia di chiudere il contratto il prima possibile.”

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Silvia Giorgi

Informazioni sull'autore
Classe 1990, mi sono laureata in Lingue a Bari (ne parlo 4) e appassionata di sport da sempre (ho fatto equitazione per un bel po'). Sin da bambina ho sempre avuto il sogno di diventare una giornalista sportiva. Gli sport che amo di più sono equitazione, pattinaggio su ghiaccio e il motorsport a 360 gradi. Il mio preferito? La Formula 1, ovviamente.
Tutti i post di Silvia Giorgi