Europei Under 21: Germania – Romania 4-2. Tedeschi in finale per la seconda volta di fila. Decisive le doppiette di Waldschmidt e Amiri.

La Germania vince 4-2 contro la Romania e si qualifica per la finale dell’Europeo Under 21 per la seconda volta consecutiva. Allo stadio Dall’Ara di Bologna, Romania che va avanti al primo tempo grazie alla doppietta di Puscas che annulla il vantaggio di Amiri. Nella ripresa rigore di Waldschmidt e reti decisive su punizione al 90° e 94° sempre di Waldscmidt e Amiri.

La Germania di Stefan Kuntz si schiera col 4-3-3 con Nubel in porta, difesa con Klostermann, Tah, Baumgartl e Mittlestadt. A centrocampo Eggestein, Neuhaus e Dahoud. Tridente offensivo Oztunali, Waldschmidt e a sorpresa, Amiri al posto di Richter che parte dalla panchina.

Classico 4-2-3-1 con i titolarissimi per la Romania di Mirel Radoi, con Radu in porta, difesa con Stefan, Pascanu, Nedecearu e Manea. Baluta e Cicaldau mediani a centrocampo. Ivan, Hagi Jr e Man sulla trequarti a supporto dell’unica punta Puscas.

Inaspettatamente nel primo tempo è la Romania a comandare il gioco e a costringere la Germania ha un’identità non consona, obbligando i tedeschi a stare chiusi e ad affidarsi solo alla ripartenze. Rumeni che sono sempre compatti e corti soprattutto in fase di non possesso con un solido 4-4-2, ma che però creano tramite un palleggio veloce e verticale e tanto movimento sorprendendo gli avversari. Prima conclusione in porta è dei tedeschi al 18° con un sinistro di Oztunali parato da Radu. Al 21° però Germania che trova il vantaggio: tedeschi che partono in contropiede grazie a un errore in impostazione di Baluta che perde palla, progressione di Amiri che arriva al limite dell’area e con un destro rasoterra preciso batte Radu per l’1-0. La Romania comunque non demorde e al 23° ottiene il meritato pari. Bella combinazione offensiva dei rumeni che porta Puscas a colpire il palo col destro, prima però viene ravvisato un fallo di Baumgartl su Hagi. Su consulto VAR viene concesso il rigore: Puscas dagli 11 metri batte Nubel e firma l’1-1. 

La Romania gioca veloce e in verticale, pur restando compatta e costringendo a una Germania chiusa e in ripartenza. Alla mezzora tiro da fuori area di Baluta, Nubel para. Sulla respinta ci si avventa Puscas per il facile tap in, ma ancora Nubel è reattivo e respinge. All’alba del primo tempo, Romania che passa in vantaggio: lancio perfetto di Hagi a centrocampo a servire Ivan, l’ala rumena sterza e mette in mezzo un cross perfetto per Puscas, che stacca di testa in anticipo sui difensori tedeschi e firma il 2-1 e la doppietta personale. Al 45° Puscas che sfiora la tripletta: cross di Stefan, l’attaccante romeno stacca di testa in area ma Nubel compie un miracolo e nega il gol. Romania in vantaggio all’intervallo per 2-1 e con merito.

A inizio ripresa un episodio svolta subito a favore dei tedeschi: al 49° ingenuità colossale di Hagi che stende in area Dahoud. Rigore per la Germania e 2-2 firmato Waldschmidt che di destro segna il suo 6° gol nella competizione. La Germania alza i ritmi e aumenta velocità e movimenti di gioco, mentre la Romania torna a un’identità più di ripartenza e controllo difensivo. Entrano Coman e Ciobanu ma sono i tedeschi a dominare il match col possesso contro una Romania ancora solida ma un po’ stanca. Al 70° ripartenza della Germania che porta a un pericoloso destro a giro di Waldschmidt fuori di poco. Al 78° il cambio che svolterà la partita: entra Nmecha per Neuhaus, è il 9 tedesco risulterà determinante per il punteggio finale. Al 82° chance enorme per Waldschmidt che nell’area piccola calcia male col destro. Germania che continua ad attaccare e al 85° spreca un’altra occasione: errore di Neeceauru che consegna palla a Nmecha, l’attaccante arriva tutto solo davanti alla porta ma clamorosamente calcia fuori.

Ultimi cambi con l’entrata di Maier e di Petre ma al 90° Germania che la ribalta: Nmecha guadagna un ottimo fallo su fallo di Pascanu, sulla punizione va Waldschmidt che con un velenoso rasoterra sinistro batte Radu e firma il 3-2 e la doppietta personale e il 7° gol nel torneo. Non è finita perché al 94° Pascanu stende nuovamente Nmecha con un fallo, rosso al rumeno e altro calcio di punizione dal limite: questa volta batte Amiri che con un chirurgico destro fa il 4-2 finale e doppietta che manda la Germania in finale dell’Europeo Under 21 per la seconda volta consecutiva.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco