Europa League, sedicesimi: Zurigo sulla strada del Napoli

Tutto quello che c’è da sapere sugli elvetici, prossimi avversari degli azzurri.

Manca ormai solo più di un mese alla ripresa dell’Europa League che entra finalmente nel vivo con la disputa dei sedicesimi di finale, ai quali vi prenderà parte anche il Napoli. Dopo essere retrocesso in modo beffardo dalla Champions League, gli azzurri sembrano puntare con decisione alla seconda competizione europea per club e faranno di tutto per arrivare in fondo. Il primo avversario sulla strada verso Baku è lo Zurigo, squadra che milita nella massima serie svizzera. Conosciamo meglio la formazione elvetica.

STORIA – Il Fussball Club Zurich, noto in italiano come Zurigo FC, è una delle società più importanti di Svizzera. Con il Napoli, lo Zurigo condivide mese e giorno di fondazione, essendo nato il 1° Agosto, ma ben trent’anni prima della società azzurra nel 1896. Il club nacque dall’idea di alcuni studenti del Club Fussball Excelsior, ma inizialmente si chiamò Fussball Club Turicum, nome latino di Zurigo. In un niente, tutti giocatori dell’Excelsior si unirono a quelli del Turicum e formarono il Fussball Club Zurich. Il primo capitano della squadra fu Hans Gamper che qualche anno più tardi sarebbe divenuto conosciuto per ave fondato il Barcellona. Nella sua storia, lo Zurigo ha vinto dodici campionati svizzeri e dieci coppe di Svizzera, mentre ha ottenuto solamente una vittoria in coppa di lega. Per quanto riguarda il cammino europeo, lo Zurigo ha preso parte spesso e volentieri alla Coppa UEFA e alla Coppa dei Campioni, dove riuscì ad arrivare ben due volte in semifinale contro il Real Madrid nella stagione 1963-1964 e contro il Liverpool nella stagione 1976-1977. In quest’ultima edizione, il calciatore svizzero Franco Cucinotta vinse il titolo di capocannoniere con cinque reti alla pari di Gerd Muller. Lo Zurigo ha partecipato solamente una volta nella sua storia alla fase a gironi di Champions League e cioè nella stagione 2009-2010. Per quanto riguarda le rivalità, l’avversario storico dello Zurigo è il Grasshoppers, squadra concittadina, ma c’è una forte rivalità anche con il Basilea. Il simbolo del club è un leone e la squadra gioca le sue partite casalinghe al Letzigrund Stadium, ricostruito completamente in due anni ed inaugurato nel 2007 in vista degli Europei dell’anno successivo. Lo stadio può contenere fino a 30.000 spettatori.

ROSA – La rosa dello Zurigo è una rosa molto discreta, ma sicuramente non all’altezza di quella del Napoli. Tuttavia, gli elvetici non vanno assolutamente sottovalutati in quando hanno giocatori molto interessanti che possono punire ogni minima disattenzione. In squadra, ovviamente, ci sono molti svizzeri, ma sono presenti anche alcune minoranze e la più forte è rappresentata dai giocatori kosovari che ne sono ben quattro. I giocatori più pericolosi della squadra sono il centrocampista Marco Schonbachler, il nigeriano Odey ed il kosovaro Benjamin Kololli, con gli ultimi due miglior marcatori nella stagione attuale con sei reti. La squadra è allenata da quest’anno da Ludovic Magnin che dal 2010 al 2012 è stato anche calciatore dello Zurigo, di ruolo difensore. Il tecnico di Losanna non ha un modulo ben definito per la squadra, ma molto spesso opta per un 3-4-2-1 e per un 4-2-3-1, giocando con una sola punta in avanti.

GIOCATORE CHIAVE – Il giocatore chiave della rosa è Benjamin Kololli. Il giocatore ha il doppio passaporto in quanto è nato ad Aigle, in Svizzera, ma da genitori kosovari ed ha così ottenuto anche il diritto a giocare con la nazionale kosovara. Classe 1992, Kololli ha giocato solamente in Svizzera e dopo essersi messo in luce nei due anni al Losanna, in questa sessione estiva è stato acquistato dallo Zurigo, In stagione ha disputato 24 partite e segnato 9 reti tra campionato, coppa ed Europa League. Il Napoli farà bene a tenerlo d’occhio in quanto è un giocatore molto rapido e con discrete capacità di palleggio. Kololli nasce come esterno di sinistra, ma sa giocare anche a destra e come ala.

PRECEDENTI CON SQUADRE ITALIANE – Lo Zurigo ha affrontato in dieci occasioni squadre italiane, ma lo score non è affatto positivo visto che ha vinto solamente due volte, pareggiando tre partite e perdendone cinque. Il Napoli non ha mai affrontato lo Zurigo in campo europeo e sarà quindi una sfida inedita.

CURIOSITA’ – Nello Zurigo nei primi anni del 1970 ha giocato anche Urs Althaus, l’attore svizzero conosciuto in Italia per aver interpretato il talento brasiliano Aristoteles nel film L’allenatore nel pallone, storico film del 1984 diretto da Sergio Martino e con protagonista Lino Banfi nel ruolo del mitico Oronzo Canà.

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei