Euro2021, piano B della UEFA: Inghilterra se saltano le dodici città ospitanti

Siamo entrati in pieno clima Euro 2021, con i sorteggi che si sono svolti pochi giorni or sono e che hanno delineato la struttura dei gironi della massima competizione continentale riservata alle Nazionali.

Aleggia ancora incertezza, però, sull’organizzazione dei campionati che, come previsto in origine, dovrebbero svolgersi in dodici città europee differenti: Baku, Copenaghen, Monaco, Londra, Dublino, Roma, Amsterdam, Bucarest, San Pietroburgo, Glasgow, Bilbao e Budapest.

euro 2024

L’imperversare della pandemia da Covid-19 pone problemi di natura logistica non indifferenti: costringere le squadre a tanti spostamenti, esporrebbe atleti ed addetti ai lavori ad un alto rischio di contagio. Ragion per cui, scrive il Daily Mail, se l’ipotesi dell’Europeo itinerante dovesse essere accantonata, si potrebbe pensare all’Inghilterra come unica nazione ospitante.

La Football Association, Federcalcio inglese, non ha confermato nè smentito le indiscrezioni. Che la nazione della Corona torni ad ospitare la fase finale di un Europeo a 24 anni di distanza dall’ultima volta è però ipotesi da tenere in considerazione.

L’Inghilterra, grazie alla Premier League, rappresenta l’epicentro del calcio mondiale e l’organizzazione dei suoi impianti è presa a modello anche dalle altre leghe. Sempre secondo la fonte di riferimento, nei palazzi della UEFA a Nyon sarebbero già partiti i colloqui con la Federazione inglese e presto si potrebbe venire a conoscenza di importanti novità.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus