Emergenza Covid-19: si fermano EuroLeague, FIBA e ciclismo italiano

In seguito agli ultimi sviluppi riguardo la pandemia da Covid-19, osserveranno uno stop fino a nuovo ordine tutto il mondo del basket e il ciclismo italiano

Come un ‘bollettino di guerra’ quotidiano, non accenna a diminuire la lista di competizioni che saltano o vengono rinviate a causa della pandemia da Covid-19 che affligge ormai oltre un centinaio di Nazioni.

BASKET: DOPO L’NBA, STOP DA PARTE DI FIBA ED EUROLEAGUE

Oggi è il turno in particolare del basket che, in poche ore, ha visto fermarsi tutto il movimento globale. Stanotte era toccato alla NBA, dopo la scoperta della positività al Covid-19 di Rudy Gobert, degli Utah Jazz. In giornata, come un effetto domino, hanno sospeso ogni competizione prima la FIBA poi l’EuroLeague.

Di seguito il comunicato stampa della FIBA, organizzatrice, tra l’altro, di Basketball Champions League e di FIBA Europe Cup, oltre che di EuroLeague e EuroCup donne: “Considerata la situazione attuale con la Pandemia di Coronavirus (COVID-19) e con l’intento di proteggere la salute e la sicurezza di giocatori, allenatori, funzionari e tifosi, la FIBA ha annunciato oggi che tutte le sue competizioni saranno sospese a partire da domani, venerdì 13 marzo 2020. La FIBA continuerà a monitorare la situazione giorno dopo giorno, valutando le opzioni per il proseguimento o meno delle rispettive competizioni, quando e se la situazione lo permetterà“.

Anche l’EuroLeague, oltre a FIBA ed NBA, è costretta a fermarsi a causa della pandemia di Coronavirus (foto da: wikipedia.org)

Così l’EuroLeague che, oltre alla maggior competizione europea per club, organizza anche la 7Days EuroCup: “Euroleague Basketball ha seguito da vicino gli ultimi sviluppi riguardanti l’epidemia COVID-19, in particolare il passaggio dell’OMS da epidemia a pandemia, i maggiori rischi per tutti i protagonisti, le crescenti restrizioni ai movimenti in tutta Europa, l’enorme quantità di problemi nei viaggi, che causano l’impossibilità di raggiungere determinate destinazioni. Infine, le diverse raccomandazioni delle autorità sanitarie, che possono essere utili per prevenire la diffusione del virus“.

Come conseguenza di tutto ciò, è diventato impossibile assicurare la regolarità delle competizioni e, per preservare la salute e la sicurezza dei giocatori e dei tifosi, Euroleague Basketball, in accordo con i club, ha deciso di sospendere temporaneamente tutte le partite di Turkish Airlines EuroLeague, 7DAYS EuroCup e Euroleague Basketball Adidas Next Generation Tournament della stagione 2019/20, fino a nuovo ordine” – continua – “Euroleague Basketball seguirà da vicino gli ulteriori sviluppi, per capire se si potrà ritirare questa sospensione“.

CICLISMO: LA FCI CONSIGLIA DI ESSERE RESPONSABILI E DI STARE A CASA

Mentre anche i primi ciclisti risultano positivi al Covid-19 (prima il russo Dmitry Strakhov, della Gazprom Rusvelo, poi il velocista colombiano Fernando Gaviria, dell’UAE Team Emirates), prende posizione la FCI (Federazione Ciclistica Italiana), con il seguente comunicato:

Consapevole della necessità di limitare, in questo momento, il più possibile i contatti delle persone, cause primaria di diffusione diffondersi dell’epidemia COVID-19, in risposta a numerose richieste su come comportarsi riguardo gli allenamenti, la Federazione Ciclistica Italiana fa proprio l’invito rivolto dalle Istituzioni di ridurre gli spostamenti a quelli strettamente necessari e pertanto invita tutti i propri tesserati a stare a casa ed evitare, in questo periodo, gli allenamenti all’aperto“.

Restare a casa è l’unica soluzione per contenere il contagio; si suggerisce con forza di adottare questa linea di comportamento. L’attività di allenamento, sino al 3 aprile, è permessa a chi ha lo status di professionista, perché fa parte del proprio lavoro, e agli atleti di interesse olimpico. In tutti gli altri casi la Federazione invita a sospendere in questo periodo di allenamenti all’aperto.
Chi può si alleni a casa con i rulli, in attesa di nuove disposizione e in attesa che la situazione si normalizzi. Al riguardo la Federazione sta studiando soluzioni per le Società e tesserati che permettano l’allenamento a casa con tutor online
“.

E’ il momento della responsabilità – ha ricordato il presidente Di Rocco – “In questa importante fase del nostro Paese devono prevalere il buonsenso e il rispetto degli altri; elementi fondamentali nel consesso civile e soprattutto nello sport. Pertanto il nostro invito e quello di restare a casa”.

In merito a diverse presunte interpretazioni della FCI del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, diffuse via social in questi giorni, la Federazione precisa che la posizione della Federazione Ciclistica Italiana è espressa unicamente sul sito federale www.federciclismo.it“.

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo