Emergenza Coronavirus, qualificazione Champions e Europa League: Playoff o classifiche attuali con stop definitivo campionati

Il Comitato esecutivo della Uefa, riunitosi nel pomeriggio di oggi in videoconferenza, ha stabilito che, qualora i campionati non potessero proseguire, la scelta dei club che parteciperanno alla prossima edizione dei tornei continentali verrà effettuata in base al merito sportivo, ossia guardando alle classifiche.

La riunione odierna di Nyon, in videoconferenza con tutte le federazioni affiliate, ha stabilito che esse dovranno “esplorare tutte le soluzioni per concludere i campionati” cercando di evitarne l’interruzione definitiva. A tale scopo, sono stati proposti ben tre scenari differenti:

  1. conclusione dei campionati con i format classici; questo, ovviamente, è il caso che la Uefa predilige;
  2. in caso di problemi di tipo temporale, ogni Federazione potrà procedere a concludere i tornei con un format diverso (nel nostro caso vedremmo per la prima volta playoff e playout anche in massima serie);
  3. qualora si dovesse procedere alla sospensione definitiva dei tornei per motivazioni quali “volontà dei governi o insormontabili problemi economici che metterebbero a rischio la stabilità finanziaria della competizione o dei club”, sarebbero le federazioni stesse a stabilire chi dovrà rappresentarle in Europa l’anno prossimo “con principi obiettivi, trasparenti e non discriminatori“.

Ogni federazione sceglierà le sue squadre da mandare in Champions League ed Europa League, ma dovrà tener conto dell’ultima parola della Uefa, che si riserverà di rifiutare o esaminare ogni richiesta di ammissione in caso si verifichino le seguenti condizioni:

  1. conclusione dei tornei per motivi diversi da quelli indicati;
  2. mancato rispetto del criterio di merito sportivo;
  3. percezione di pubblica ingiustizia nell’ammissione di un determinato club.

Infine, la UEFA stessa ha stabilito due differenti strade per proseguire: o giocare le coppe in contemporanea con i campionati, oppure, ed è la strada preferita, dedicare loro il mese di agosto, una volta finiti i campionati nazionali.