Cronaca Diretta Inter Juventus Risultato 2-1 Serie A: Decide Perisic

Cronaca Diretta Inter – Juventus  e Live Streaming Partita 4° Giornata Serie A 18-09-2016 ore 18:00

inter-juventus-diretta-streaming

TRIPLICE FISCHIO – Finiscono qua i tempi regolamentari dopo 5′ di recupero. Vince l’Inter, che batte la Juventus e prova a svoltare in questa stagione.

90′ – ROSSO PER L’INTER – Viene espulso Banega per doppia ammonizione.

86′ – E’ assedio della Juventus, che sembra aver reagito bene al gol dello svantaggio, ma non riesce a trovare la giocata vincente. L’Inter continua ad essere pericolosa in contropiede.

84′ – OCCASIONE JUVENTUS – Ci prova il solito Pjanic da calcio di punizione, ma non inquadra di poco la porta.

82′ – OCCASIONE JUVENTUS – Prova a scuotere la Juventus il solito Higuain, che di testa sfiora il gol del pareggio lambendo il palo su cross di Alex Sandro.

81′ – CAMBIO PER LA JUVENTUS – Esce Chiellini, entra Pjaca.

80′ – OCCASIONE INTER – Ha accusato il colpo la Juventus, che rischia sulla conclusione di Perisic, sul quale è attento Buffon.

79′ – CAMBIO PER L’INTER – Esce uno stremato Santon per Miangue.

78′ – GOL INTER: PERISIC – Grandissimo lancio per Icardi, esce Buffon, ma è bravo l’argentino ad allargarsi, cross in mezzo per Perisic, perfetto colpo di testa e gol del vantaggio.

75′ – CAMBIO PER L’INTER – Esce Medel per Felipe Melo.

74′ – CAMBIO PER LA JUVENTUS – Entra finalmente Higuain al posto di Mandzukic.

70′ – CAMBIO PER L’INTER – Entra Perisic, esce Eder.

68′ – GOL INTER: ICARDI – Grande risposta dell’Inter, che pareggia subito con Icardi, sfruttando il calcio d’angolo di Eder.

66′ – GOL JUVENTUS: LICHTSTEINER – Improvvisa accelerazione della Juventus con Alex Sandro, che crossa in mezzo per Lichtsteiner, che trova il gol del vantaggio.

63′ – OCCASIONE INTER – Grandissima giocata di Icardi per Candreva, tentativo a volo che sfiora il palo.

62′ – Sembra aver trovato le giuste distanza tra i reparti la Juventus.

59′ – OCCASIONE INTER – L’Inter fa malissimo alla Juventus in contropiede, ma il destro di Icardi è impreciso.

55′ – Occasione potenziale per i padroni di casa. L’Inter sta padroneggiando in campo e arriva alla conclusione con Eder, salva Bonucci.

54′ – Cresce tantissimo l’Inter, che con grande personalità sta mettendo in seria difficoltà la difesa della Juventus, che riesce sempre a metterci una pezza e salvare la situazione.

52′ – Cross velenoso di Candreva, Buffon in leggera difficoltà.

49′ – Ottima ripartenza dell’Inter, ma il tentativo di cross rasoterra di Eder è troppo sul portiere.

48′ – Ha iniziato benissimo la Juventus, che ha preso in mano il pallino del gioco e sta mettendo in difficoltà gli avversari.

46′ – GIALLO PER L’INTER – Viene ammonito Medel per un fallo commesso da D’Ambrosio su Alex Sandro.

INIZIA IL SECONDO TEMPO – E’ l’Inter a dare inizio al secondo tempo.

DUPLICE FISCHIO – Finisce il primo tempo dopo un minuto di recupero. Partita molto tattica e intensa, con solo

44′ – Finale tarfato Juventus, ma l’Inter difende perfettamente e non soffre il giro palla avversario.

38′ – Potenziale occasione per l’Inter, molto bene Joao Mario a servire Eder, ma il suo colpo di testa è facile per Buffon.

36′ – OCCASIONE JUVENTUS – Grandissimo tiro

35′ – PALO INTER – Risponde subito con Icardi l’Inter, ma il suo destro colpisce il palo, dopo aver vinto il contrasto con Barzagli.

34′ – OCCASIONE JUVENTUS – Clamorosa occasione per la Juventus con Khedira, che è troppo leggero nel colpo di testa, su perfetto cross di Alex Sandro.

33′ – Juventus in difficoltà in fase di costruzione di gioco. L’Inter pressa con grandissima grinta

30 ‘ – Bruttissima esecuzione di Candreva da calcio di punizione.

29′ – GIALLO PER LA JUVENTUS – Viene ammonito Barzagli per un gioco pericoloso su Eder.

25′ – CAMBIO PER LA JUVENTUS – Si infortuna Benatia, che viene sostituito da Barzagli.

24′ – OCCASIONE INTER – Prima vera occasione della partita nei piedi di Eder, che si accentra bene, ma il suo destro è leggermente impreciso.

20′ – Si accende all’improvviso la partita. Prima la Juventus manda al tiro Dybala, ma trova il muro della difesa. Poi, l’Inter riparte in contropiede, ma il cross di Banega per Icardi viene ben anticipato da Chiellini.

19′ – GIALLO PER LA JUVENTUS – Ammonito Lichtsteiner per un brutto fallo su Miranda.

18′ – Prova a crescere l’Inter, che trova con qualità Banega sulla trequarti. La Juventus, finora, sta chiudendo bene gli spazi.

15′ – Primo tiro verso Buffon, ma Medel spara in curva.

13′ – E’ una partita a scacchi. Ora è l’Inter a far girare la palla e la Juventus

11′ – Potenziale occasione per l’Inter. Ottimo cross da calcio di punizione di Banega, palla spizzata per il secondo palo, ma non arriva nessuno.

10′ – Partita molto spezzettata, si combatte su ogni pallone.

5′ – Partita subito molto intensa, le due squadre sono compatte e tatticamente ben messe in campo. La Juventus prova a fare possesso palla, ma l’Inter pressa in maniera asfissiante gli avversari.

3′ – Medel è bravo a fermare Dybala, dopo aver saltato Santon.

1′ – Partita subito molto tesa. Durissimo scontro tra Murillo e Joao Mario a centrocampo. Poi, fischiato un fuorigioco a Khedira su lancio di Pjanic, probabilmente inesistente.

FISCHIO D’INIZIO – E’ la Juventus a dare inizio alla partita.

Squadre finalmente in campo per gli inni nazionali.

E’ tutto pronto allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano,conosciuto anche come Stadio San Siro, per Inter-Juventus, posticipo della 4° giornata di Serie A. Il derby d’Italia come esame di laurea, ma più probabilmente come voglia di riscatto, perché la storia e il prestigio contano sempre in una rivalità come quella tra nerazzurri e bianconeri. In palio ci sono tre punti fondamentali per la classifica, perché ogni partita è importante per la corsa allo Scudetto.

La FIGC e la Lega Serie A hanno deciso che prima di Inter-Juventus verrà osservato un minuto di silenzio in memoria di Carlo Azeglio Ciampi, ex presidente della Repubblica Italiana, morto in questa settimana.

E’ Paolo Tagliavento ad arbitrare la 212° sfida tra Inter e Juventus. Nei 211 precedenti totali tra Inter e Juventus, con bilancio nettamente a favore dei bianconeri con 97 vittorie, 53 pareggi e 61 sconfitte, 305 gol fatti e 251 gol subiti, di cui 84 vittorie, 46 pareggi e 50 sconfitte nelle 180 sfide in Serie A. Nei 105 precedenti di Milano l’Inter conduce la sfida con 44 vittorie, 34 pareggi e 27 sconfitte, di cui 38 vittorie, 29 pareggi e 23 sconfitte nelle 90 partite di campionato.

Clicca sul video qui sotto per guardare Inter Juventus in Diretta Streaming:

 

Formazioni Ufficiali di Inter Juventus:

Tutto confermato secondo i pronostici nelle scelte di Massimiliano Allegri, che concede una chance dal primo minuto a Mandzukic, lasciando in panchina Higuain, in attacco. Torna titolare Pjanic in mediana al posto degli infortunati Sturaro, Marchisio e Mandragora, mentre Asamoah vince il ballottaggio con Lemina. Confermate le presenza di Benatia e Lichtsteiner in difesa, con buona pace per Barzagli e Dani Alves.

Scelte forti quelle di Frank De Boer, che preferisce Eder a Perisic e non convoca Brozovic e Ansaldi, oltre al lungodegente Andreolli. Confermato anche Joao Mario in coppia con Medel in panchina e tornano i titolari Handanovic a porta, Santon e Miranda in difesa, Candreva, Banega e Icardi nel quartetto d’attacco dopo il turnover europeo.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Nagatomo; Joao Mario, Medel; Candreva, Banega, Eder; Icardi.
A disp.: Carrizo, Miangue, D’Ambrosio, Ranocchia, Kondogbia, Melo, Biabiany, Gnoukouri, Palacio,Perisic, Jovetic. All.: De Boer

Juventus (3-5-2): Buffon; Benatia, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala.
A disp.: Neto, Audero, Rugani, Dani Alves, Barzagli, Evra, Lemina, Cuadrado, Hernanes, Pjaca, Higuain. All.: Allegri
 
Le due squadre arrivano a questa sfida con umori opposti anche se entrambe hanno deluso nel loro esordio nelle Coppe Europee.

I tifosi della Juventus sono rimasti delusi per il pareggio contro il Siviglia all’esordio in Champions League, ma il risultato non è poi così da buttare per i bianconeri, passati dall’elogio come possibili favoriti assoluti per la vittoria finale alle critiche di questi giorni. Il primo obiettivo per la Juve è continuare a padroneggiare nel campionato italiano, perché il record del sesto titolo consecutivo è facilmente raggiungibile quest’anno, visto che le altre avversarie sembrano non aver colmato il gap dai bianconeri. Infatti, in campionato sono arrivate tra vittorie consecutive, tutte abbastanza agevoli. Dopo aver superato facilmente l’ostacolo Fiorentina per 2-1 all’esordio, sono state battute anche Lazio per 1-0 e Sassuolo per 3-1, in una sorta di calendario non certo facilissimo, almeno alla vigilia. Tre vittorie, nove punti, punteggio pieno e primo posto in solitaria, che certificano lo strapotere e il predominio del club piemontese.

Ma il derby d’Italia è una partita a sé. Non vale il momento e la forma delle due squadre. Non si fa sentire neanche la fatica. Perché Inter-Juventus rimane la sfida più affascinante e prestigiosa che può offrire il calcio italiano. Inutile fare pronostici, nessuno può prevedere l’andamento di una rivalità dal grande prestigio storico. Il campo regalerà spettacolo, divertimento e, magari, anche qualche sorpresa.

Ne è consapevole la squadra meneghina, che non può più sbagliare, soprattutto dopo aver fatto brutte figure nella clamorosa sconfitta casalinga contro gli israeliani dell’Hapoel Beer Sheva, all’esordio assoluto in una fase a gironi di Europa League. Ma, del resto, in campionato i risultati non erano stati poi così soddisfacenti, come dimostrano la sconfitta all’esordio contro il Chievo a Verona, il pareggio in casa contro il Palermo e la vittoria in rimonta negli ultimi minuti contro il Palermo. Proprio i tre punti conquistati nell’ultimo turno sembravano poter diventare il punto di partenza per i nerazzurri, che stanno ancora pagando e tanto il cambio in panchina di inizio agosto. Ma, ormai, il nuovo allenatore dovrebbe aver conosciuto al meglio la rosa. Il suo compito sarà ora di puntare su un progetto tattico preciso e seguire attentamente la nuova strada percorsa, senza nuovi esperimenti, che rischiano di rallentare il processo di amalgama della squadra, che ha già palesato qualche problema di equilibrio mentale e una certa apatia.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.