Coppa Italia, Milan-Lazio 0-0: portieri protagonisti, ma che errore per Calhanoglu!

Coppa Italia, Analisi tattica Milan-Lazio: ieri sera abbiamo assistito ad un match meno spettacolare ed intenso rispetto a quello di domenica in campionato, con le due squadre che hanno battagliato senza riuscire a pungersi. Discorso rimandato alla gara di ritorno. 

Il primo tempo è stato giocato meglio dagli ospiti, che hanno manovrato meglio, con il Milan che non è quasi mai riuscito a ripartire e rendersi pericoloso. I rossoneri, comunque, hanno ben arginato la Lazio difendendo con ordine e beneficiando finalmente di un’intesa sempre più solida tra Bonucci e Romagnoli. 

Gli uomini di Inzaghi hanno saputo giocare bene sulle fasce laterali, specialmente quella sinistra, dove Lukaku ha costretto Abate, Kessie e Suso a stare spesso in apprensione e badare più al contenimento, del belga e di Milinkovic-Savic, piuttosto che alla fase offensiva. 

Analisi tattica Milan-Lazio

Kalinic ha fatto a sportellate con la difesa avversaria, ma è stato ben contenuto da Luiz Felipe, che in velocità ha avuto quasi sempre la meglio sul croato. A centrocampo ai rossoneri sono mancate lucidità e velocità, con Biglia in affanno

Il secondo tempo è stato più dinamico e divertente, con il Milan che ha ripreso in mano il pallino del gioco ed ha iniziato a manovrare meglio la palla, sfruttando l’ingresso in campo di Calhanoglu e di Cutrone, che hanno fatto salire la squadra e tenuta schiacciata la difesa della Lazio, mentre Suso non ha mai trovato la giocata decisiva. 

Il copione è cambiato ed i biancocelesti hanno provato a giocare di rimessa, sfiorando il vantaggio con un colpo di testa sul quale Donnarumma si è superato, così come poco dopo ha salvato tutto l’estremo difensore della Lazio su uno stacco imperioso di Cutrone respingendo sui piedi di Calhanoglu, che ha però cestinato la più facile delle palle-gol. 

Pareggio tutto sommato giusto, che lascia aperto ogni discorso fino al 28 febbraio, data in cui le due squadre si affronteranno per dar vita al ritorno di questa semifinale all’Olimpico, dove il Milan avrà a disposizione 2 risultati su 3 (pareggio con gol e vittoria), ma con la Lazio che proverà a far valere il fattore campo per vincere e conquistare la finale.