Coppa del mondo sci alpino femminile 2021-2022: Goggia inarrestabile, è bis in Val d’Isère

La bergamasca non si ferma più e centra la seconda vittoria stagionale in Super G davanti a Mowinckel e alla compagna di squadra Curtoni. Quinta Mikaela Shiffrin, ora a-65 da Goggia in Coppa del Mondo.

In questo momento, Sofia Goggia appare semplicemente ingiocabile per chiunque. Anche nel Super G di oggi, che ha chiuso il dittico di gare in Val d’Isère, ha sfoggiato tutta la sua velocità e la sua classe per prendersi la vittoria davanti alla norvegese Mowinckel e alla compagna di squadra Elena Curtoni, giunta terza per un solo centesimo davanti alla compagna di squadra Brignone.

Una sciata straordinaria, unita ad uno stato di forma magnifico, che lascia intendere come la finanziera lombarda, oltre a nutrire aspettative altissime per la conferma in discesa libera, possa essere ampiamente in lizza per l’oro anche in questa specialità ai prossimi Giochi di Pechino.

Per ulteriori informazioni, citofonare a casa Shiffrin e chiedere di Her Majesty, oggi giunta quinta sul traguardo a oltre sette decimi dall’azzurra, che ora si trova in vetta alla Coppa del Mondo con sessantacinque punti di vantaggio sull’americana, la quale, però, potrebbe riprendersi immediatamente la vetta martedì e mercoledì negli slalom in programma a Courchevel, una specialità che Goggia non ha mai digerito del tutto.

Con questa vittoria, inoltre, Sofia ha raggiunto il mito Deborah Compagnoni (in questi giorni rimbalzata, suo malgrado, alle cronache per la scomparsa del fratello Jacopo, morto sotto una valanga durante un’escursione in montagna), a quota sedici vittorie in Coppa del Mondo, ad una sola lunghezza da quella Brignone che, come detto, oggi è stata beffata per un solo centesimo da Elena Curtoni, ma anche dalla scandinava Mowinckel, inseritasi in seconda posizione a rovinare quella che era, fino a quel momento, una leggendaria tripletta azzurra.

Intanto, oggi ci si gode questo ennesimo successo di un’ atleta straordinaria che, finalmente, ha trovato la sua dimensione e la maturità giusta per gestire le situazioni, sia fortunate ma, anche e soprattutto, sfortunate che le sono capitate.

E, anche se è ancora presto, sognare la tripletta di cristallo come fece un certo Alberto Tomba (che proprio oggi spegne 55 candeline), nel 1995, non è più così proibitivo.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€