Come mai i Giochi Olimpici di Tokyo 2021 sono diventati l’evento sportivo più importante degli ultimi anni?

L’importanza dei Giochi Olimpici dalla loro fondazione nel 1896 è sempre stata enorme, per motivi diversi che riguardavano lo sport, ma anche questioni connesse con lotte e conquiste sociali ed etiche.

E tutto sommato, questa grande kermesse si è riproposta ancora una volta, e il suo peso mediatico è stato importante durante questa edizione, che ha visto l’Italia raggiungere un grande risultato in termini di medaglie, riportando il record assoluto di tutti i tempi.

Fonte: pixabay

Un pubblico numeroso da raggiungere

Quando parliamo di pubblico, è necessario parlare di numeri. Nonostante la differenza di orario rispetto al mondo Occidentale, la cerimonia di apertura dei giochi di Tokyo ha visto assistere un totale di ben 16 milioni di persone, e le gare finali del sabato e della domenica hanno visto un pubblico rispettivamente di 15 milioni e quasi 20 milioni di persone.

Persone che erano incollate davanti al televisore non solo per assistere alle performance dei diversi team: molti di loro erano lì per scommettere sugli esiti dei diversi giochi.

Le scommesse live online, organizzate dalle più famose aziende di betting internazionali hanno riguardato tutti i campi, compreso quale nazione si sarebbe portata a casa più medaglie.

Per inciso, l’oro di questa particolare gara l’hanno vinto i favoriti, gli Stati Uniti, che hanno soffiato la vittoria sul filo di lana alla Cina.

I Giochi di Tokyo, un grande successo

Nonostante i giochi siano stati posposti di un anno e sia stato impossibile far accedere fisicamente il pubblico agli stadi, il mondo intero si è stretto virtualmente intorno agli atleti delle proprie squadre per incitarli nelle competizioni.

Perché vincere alle Olimpiadi ha un sapore diverso di quello delle “regolari” competizioni internazionali.

Bisogna sempre ricordare che i Giochi Olimpici si svolgono ogni quattro anni, e non annualmente come i regolari Campionati Mondiali.

E questo significa che virtualmente, sono la manifestazione sportiva più importante al mondo, dato che tutto il mondo è incollato davanti al televisore per seguire i team nazionali. Infatti, qualsiasi sia il nostro interesse, dagli sport più popolari a quelli più esoterici, alle Olimpiadi potremo trovarli.

Questa concomitanza rende un evento sportivo come le Olimpiadi davvero unico e insostituibile.

Il campione olimpico è una figura simbolo di un paese. Diventa un personaggio di riferimento, un modello di vita.

Detiene una medaglia – e un record – che dura per quattro anni, e resterà impresso in un annuario importante: e questo è un valore aggiunto che va al di là del “semplice” primato nella propria prestazione sportiva.

Tant’è che esistono vere e proprie categorie di record: nel mondo sportivo, si conteggiano i primati olimpici diversamente da quelli dei campionati mondiali, come se gli atleti gareggiassero in due competizioni differenti.

Il professionismo per migliorare la qualità

C’è da dire che i giochi olimpici sono cambiati, e molto, rispetto alle origini, dove il Barone De Coubertin ammetteva solamente i dilettanti.

E questo ha innescato sicuramente molte polemiche durante gli anni. Dopo i primi tempi eroici, dove gli sportivi competevano in più categorie, la specializzazione è andata affermandosi così come i risultati. Tant’è che il record del mondo di allora non basterebbe neppure per le qualificazioni delle edizioni moderne.

Così, nel tempo il CIO – il Comitato Olimpico Internazionale, l’ente che organizza le Olimpiadi – ha allentato le severe regole originarie per permettere il connubio tra sport e professionismo, in nome del primato agonistico e dell’interesse e partecipazione delle persone.

Eppure, questo aumento dei valori tecnici e delle performance ha avuto un effetto importante: quello di rendere i giochi olimpici un vero punto di riferimento per il pubblico.

E portare gli atleti a diventare dei professionisti che devono lavorare duramente per tanti anni per ottenere questi risultati.

Quindi, aldilà di un “tradimento” delle intenzioni delle origini, stiamo assistendo a una naturale, e giusta, evoluzione di una competizione nata nell’Ottocento in una società degli anni Duemila.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.