Come cambia il calciomercato con il Coronavirus: finestra dal primo settembre al 2 ottobre?

L’emergenza sanitaria ha stravolto e continuerà a stravolgere il mondo dello sport, e non solo, per moltissimo tempo. Uno dei molteplici temi da affrontare riguarda il calciomercato, per il quale è allo studio di chi di dovere una finestra inedita.

Non potendosi effettuare nel corso dell’imminente estate per vari e ovvi motivi, in primis la prosecuzione di campionati e coppe, si sta cercando di capire come organizzare le trattative. Si pensa ad una finestra autunnale dal primo settembre al 2 ottobre.

Tale finestra è ottimale visto che non si giocherà, ma non fuga del tutto i dubbi: infatti vi è da risolvere anzitutto il problema dei contratti. Quando scadranno se la deadline naturale del 30 giugno non esisterà quest’anno?

Si potrebbe pensare che la data di chiusura della stagione sportiva attuale, quella del 31 agosto, sia anche quella di scadenza per tutti i contratti. O almeno così è stato detto durante il Consiglio Federale dei giorno 20, ma niente è stato deciso poiché contratti e calciomercato non erano temi all’ordine del giorno.

Pertanto, andando per logica, sembra proprio lecito pensare che il calciomercato prossimo venturo sarà autunnale e verrà effettuato al termine della stagione. Ma potremo parlarne solo quando verrà adeguatamente trattato dalle autorità.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus