Champions League: Manchester City – Tottenam 4-3. Sterling e Son protagonisti, Llorente manda gli Spurs in semifinale ed elimina Guardiola.

Il Manchester City vince 4-3 contro il Tottenham nel ritorno dei quarti di finale al termine di una partita pazzesca, ma in virtù dell’1-0 dell’andata gli Spurs accedono per la prima volta nella loro storia in semifinale di Champions League: doppiette di Sterling e Son e reti di Bernardo Silva e Aguero. Llorente firma il gol decisivo che qualifica il Tottenham ed elimina la squadra di Guardiola.

Il Manchester City si schiera col 4-3-3 con Ederson in porta, difesa con Walker, Kompany, LaPorte e Mendy. Centrocampo con Gundogan, David Silva e De Bruyne. In attacco Sterling, Aguero e Bernardo Silva.

Il Tottenham deve fare a meno del suo bomber e capitano Kane e Pochettino schiera i suoi col 4-3-1-2 con in difesa Rose, Verthongen, Alderweireld e Trippier. Centrocampo Sissoko, Wanyama e Dele Alli. Eriksen dietro le punte Son e Lucas.

Il primo tempo è spettacolare e scoppiettante, una prima frazione giocata a ritmi altissimi e gioco iper offensivo: al 4° minuto il City rimonta subito lo svantaggio dell’andata grazie a Sterling che rice da De Bruyne, converge sulla sinistra dell’area e piazza un destro angolato imparabile per Lloris. Passano 3 minuti e il Tottenham trova il gol dell’1-1. Brutta gestione difensiva del City, il Tottenham palleggia al limite dell’area con la palla che finisce sul destro di Son che prende contro tempo Ederson e firma l’1-1.

Scorrono ancora appena 3 minuti e Son trova il clamoroso 1-2 con la doppietta personale: Eriksen serve il sudocoreano che lascia partire un destro a giro imprendibile per Lloris. Nemmeno il tempo di respirare che nel ribaltamento di fronte il City trova il 2-2. Verticalizzazione di Aguero in area verso Bernardo Silva, il portoghese rientra sul sinistro e calcia verso la porta, il tiro è deviato da Rose che beffa Lloris e rimette in carreggiata i padroni di casa.

La partita prosegue a ritmi forsennati e al 21° il Manchester City trova il gol del vantaggio con il 3-2. Azione esterna di Bernardo Silva che serve sulla destra la sovrapposizione di De Bruyne che mette in mezzo un cross teso perfetto da Sterling che tutto libero dall’altro vertice dell’area insacca in rete per la doppietta personale. Al 41° Pochettino perde Sissoko per infortunio e inserisce Llorente, passando a un più prudente 4-4-2. Un primo tempo pazzesco ed emozionante si chiude sul 3-2, con una partita giocata da entrambe le compagini con mentalità iper offensiva, accettando il confronto a viso aperto nonostante difese non perfette e con un City che rischia il proprio equilibrio e un Tottenham non lucidissimo in fase di gestione.

La ripresa non rallenta ma anzi è il Manchester City a spingere sull’acceleratore e schiacciare gli avversari: prima Sterling da centro area calcia da ottima posizione ma trova un reattivissimo Lloris a negargli la gioa del gol. Lo stesso portiere francese è superbo poco dopo su un destro potente dal limite di De Bruyne. É solo il preludio alla nuova marcatura City al 59°: serpentina clamorosa di De Bruyne che semina 4 avversari, scarica un assist perfetto ad Aguero che in area piazza un incrociato destro che fulmina Lloris: è 4-2 e virtualmente City in semifinale. 

La squadra di Guardiola non vuole fermarsi e oltre alla qualificazione vuole il gol sicurezza: ma il Tottenham seppur in difficoltà resiste ed è sempre vivo e si rende nuovamente pericoloso con un colpo di testa di Llorente deviato da Ederson. Al 73° nuovo colpo di scena di una partita infinita: corner per il Tottenham battuto da Trippier, Llorente è lesto a colpire di coscia e beffare Ederson per il clamoroso 4-3. Dopo consulto VAR per un probabile tocco di gomito prima della deviazione, il gol è convalidato e il Tottenham è nuovamente in semifinale.

Guardiola prova il tutto per tutto inserendo Sané ma il Tottenham resiste con una strenua difesa e compatta: pare finita totalmente ma la partita ha un ultimo colpo di teatro: Eriksen perde una bruttissima palla sulla trequarti, Aguero è lanciato in area che serve Sterling che piazza il destro per il 5-3 che fa esplodere l’Etihad e manderebbe il City in semifinale: il VAR però segnala un fuorigioco iniziale de El Kun e annulla la rete gelando lo stadio. Finisce qui, 4-3 dopo un’incredibile girandola d’emozioni: il Tottenham perde ma accede per la prima volta nella sua storia a una semifinale di Champions League. Guardiola si ferma nuovamente ai quarti di finale, fallendo ancora l’assalto europeo nonostante una grandissima partita e una vittoria amarissima.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco