Home » Call urgente Marotta e Ausilio: a giugno deve lasciare l’Inter | Plusvalenza maestosa

Call urgente Marotta e Ausilio: a giugno deve lasciare l’Inter | Plusvalenza maestosa

Ausilio
Piero Ausilio, direttore sportivo Inter, insieme all’ad Marotta, gestisce da anni il mercato nerazzurro/Stadiosport.it

Nella prossima estate per il club nerazzurro si prospetta un’altra cessione dolorosa, ma che garantirà una super plusvalenza.

Ormai non è più una novità e nemmeno una sorpresa. Da circa tre anni, almeno dall’estate 2021, quella immediatamente successiva allo Scudetto, la società cinese dell’Inter deve fare i conti con un pesante passivo di bilancio e con il grosso debito per il prestito che la famiglia Zhang ha dovuto richiedere per potersi continuare ad occupare ed essere a capo della società milanese.

Per questi motivi, quindi, oltre che per i paletti imposti dal fair play finanziario e dall’Uefa, l’amministratore delegato Beppe Marotta e il direttore sportivo Piero Ausilio, sono continuamente chiamati a fare i salti mortali.

Cedere calciatori che possano garantire una maggiore plusvalenza o più facilmente sostituibili e sostituirli con altri profili funzionali, ma presi a prezzo di saldo, a parametro zero o addirittura in prestito. Questo l’obiettivo che ormai ogni estate si prefissano Marotta e Ausilio, oltre a quello di riuscire a consegnare nelle mani dell’allenatore una rosa che nonostante tutto sia competitiva.

Ed ecco che Simone Inzaghi, alla fine, in queste tre stagioni ha ricevuto squadre sempre forti, a detta di tanti le migliori in Serie A, e ci ha messo anche del suo a far migliorare, crescere e far rendere al massimo gente che si pensasse non aveva più tanto da dare al calcio giocato. Sono così arrivati due Scudetti, due Supercoppe Italiane e una finale di Champions League.

Inter, ancora un mercato di sofferenze

Tutto questo cedendo e riuscendo a fare enormi plusvalenze con gente come Hakimi, Lukaku, Brozovic e Onana e non potendo rinnovare i contratti di Perisic e Skriniar. Insieme a Gosens, Dzeko ed Eriksen sono state queste le gravi perdite dell’Inter in questi anni, ma la rosa non sembra mai averne risentito.

I tifosi interisti aspettano comunque un mercato in cui non saranno costretti a guardare al bilancio, un mercato in cui non dovranno temere una cessione importante e in cui potranno tornare a sognare grandi nomi sotto l’ombrellone. Questi tempi, però, sembrano ancora lontani.

Marotta e Cairo
Giuseppe Marotta, amministratore delegato Inter, chiamato ad un’altra super plusvalenza durante la prossima estate/Stadiosport.it

Inter, altra plusvalenza super? Ecco gli indiziati

Marotta e Ausilio sono stati chiari e sanno che, anche durante la prossima estate, sarà necessaria una grossa plusvalenza per poter fare mercato. Al momento gli indiziati principali sembrano essere due: Denzel Dumfries e Marcus Thuram. Dipenderà da chi in questi mesi crescerà di più ed avrà il valore di mercato più alto.

Da una parte c’è Thuram che in casa nerazzurra preferirebbero trattenere, ma che è arrivato a zero e, così come con Onana, potrebbe garantire una plusvalenza eccezionale e pulita. Dall’altra Dumfries, forse più sostituibile del francese, pagato circa 15 milioni di euro ed ora cedibile a cifre che vanno dai 40 ai 45 milioni.