Calciomercato Milan: Sirigu se parte Donnarumma?

Venghino siori, venghino! Riparte il gran circo mediatico del Raiola in merito al destino dei suoi principali assistiti, in particolare Donnarumma, e Tuttosport, inadatto anche ad incartare il pesce, spara già in alto parlando di Salvatore Sirigu. Sarà vero? Sarà falso? Sarah Ferguson? Boh, non ho la palla di vetro, ma due ben più fragili sono a rischio per milioni di tifosi.

Nel 1960 Bruno Martino incideva l’allegra canzone “Estate” (meglio nota come “Odio l’estate“), nella quale narrava una storia d’amore estiva andata male. Questa scarsa sopportazione della stagione estiva è ormai fedele compagna dei tifosi rossoneri, costretti annualmente a subire attacchi a dismisura e accostamenti quantomeno fantasiosi a calciatori spesso sconosciuti e/o scarsi.

Uno dei millemila nomi è fresco come il latte preso dal frigo, ma è imbevibile come il latte lasciato aperto sotto il sole: Salvatore Sirigu. Buonissimo portiere, per carità, ma ha 32 anni e sembra aver già dato il suo meglio. E poi chissà quanto sparerà quel simpaticone di Urbano Cairo.

Ma perché che l’affabile pizzaiolo dovrebbe far tremare le vene dei polsi ai tifosi? Dopo Milan-Juventus, mentre le sfere di cui sopra roteavano già a velocità simili a quelle del globo terrestre, Raiola ai microfoni spiegava quanto le garanzie tecniche, ossia l’approdo in Champions League, siano importanti affinché Donnarumma resti.

A tutto questo va ovviamente aggiunto un piccolo ritocco al contratto, cosa ovviamente non detta da lui, ma immaginabile.

La Champions League è ad oggi difficilissima da raggiungere. Certo, è un peccato che Donnarumma non vi abbia mai giocato, ma con un cambio di società non lontano potrebbe cambiare tutto. Se Al Raiola pazienta.