Calciomercato Milan: si lavora ai riscatti di Pasalic, Deulofeu e Ocampos

Per il Milan è già tempo di pensare al prossimo mercato, quando si proverà a riscattare quei calciatori che in questa stagione vestono rossonero, ma che sono arrivati in prestito.

Mario Pasalic, dopo una prima parte di stagione da osservatore non pagante, si è conquistato la fiducia assoluta di Montella, che ormai non vuole più fare a meno del forte centrocampista di proprietà del Chelsea che, tuttavia, non ha mai puntato sul ragazzo.

Il croato sta dimostrando di avere grandi doti fisiche ed atletiche che, abbinate ad una buona tecnica individuale, gli hanno permesso di prendere in mano con prepotenza il centrocampo del Milan, ambientandosi alla perfezione nel ruolo di mezzala sinistra.

Deulofeu ha disputato appena due partite in campionato, ma sembra già essere diventato una pedina indispensabile per lo scacchiere dell’aeroplanino.
Soprattutto dopo l’infortunio di Bonaventura, sta caricandosi la squadra sulle spalle per provare a non far rimpiangere Jack.

In due partite ha colpito due legni e fornito l’assist decisivo nella vittoria di Bologna con una giocata sontuosa.
Adesso spera che in rossonero possa far tornare a strofinare gli occhi a tutto il mondo, come ai tempi della Cantera del Barcellona. Viste le scarse risolrse economiche con cui si è affrontata questa sessione di mercato, lo spagnolo è arrivato in prestito secco dall’Everton, ma l’intenzione di riscattarlo c’è tutta e la volontà del calciatore svolgerà un ruolo fondamentale per l’esito della trattativa.

Ocampos è l’ultimo arrivato e non ha ancora avuto modo di mettersi in luce per vari motivi, ma la società dimostra di puntare forte sull’argentino, voluto fortemente e strappato negli ultimi giorni di gennaio al Genoa, che ne detiene ancora i diritti di riscatto dal Marsiglia.
Toccherà dunque trattare con Preziosi per l’acquisto dell’attaccante e questo potrebbe agevolare la trattativa, essendo Milano-Genova un asse sempre caldo.

Le prime mosse del nuovo Milan saranno dunque blindare e confermare i pezzi pregiati già presenti in rosa, per poi programmare ulteriori colpi, aggiungendo pedine preziose alla squadra.