Calciomercato Milan: piacciono anche Bertelli, Max, Sarr e Kudus

Il Milan continua a scandagliare il mercato a caccia di profili giovani e validi. Stando alla stampa ci sarebbero quattro nuovi nomi.

In difficoltà economica, come tanti del resto, e con un passivo da 60 milioni da coprire, il Marsiglia rischia un’autentica fuga di giovani verso altri lidi.

Uno di questi giovani è Ugo Bertelli, francese di evidenti origini italiane. Classe 2003, è un playmaker che può agire anche sulle fasce, piccolo di statura (168 cm), ma che crescerà ancora.

Definito già maturo e dalle doti molto promettenti, il tecnico della prima squadra André Villas-Boas lo ha spesso aggregato alla prima squadra.

Considerando che di pretendenti ce ne sono già molti, e tra questi c’è anche il Milan, il Marsiglia sta cercando di trattenerlo in ogni modo, arrivando anche a promettergli un ingresso più stabile in prima squadra e anche un ingaggio differente, più alto, rispetto a quello che viene solitamente offerto a quelli della sua età.

In soldoni, il Milan dovrà fare di più per strapparlo alla concorrenza. Offrire più soldi e più bonus. Mentre segue l’evolversi della situazione Bertelli, i rossoneri pensano ovviamente ad altri ruoli e profili e così ecco che torna di moda Malang Sarr, difensore centrale mancino del Nizza.

Il francese classe ’99 è seguito da tempo anche dall’Inter, ma il fatto che sia un parametro zero (non ha rinnovato con il Nizza) inevitabilmente allarga la platea di interessati. Il Milan potrebbe tentare di superare la concorrenza offrendo un contratto, e soprattutto prospettive, migliori. Poiché è mancino, sarebbe la riserva di Romagnoli.

Per l’attacco, invece, l’idea è Mohammed Kudus. Attaccante rapido e veloce del Nordsjaelland, ha fin qui realizzato 9 gol in 21 partite. Non sembra un goleador, ma potrebbe essere molto utile per creare occasioni liberando spazi per gli inserimenti. Il ghanese piace molto a Rangnick ed era stato già visionato per il Lipsia.

L’ultimo nome, infine, è Philipp Max. Non è un giovanissimo essendo un classe ’93, però ha caratteristiche interessanti che lo rendono un buon terzino sinistro offensivo come Theo Hernandez, del quale potrebbe essere una valida riserva qualora vestisse rossonero.

Tedesco e figlio d’arte (il padre Martin vinse la Coppa Uefa contro l’Inter nel 1997 con la maglia dello Schalke 04), Max gioca nell’Augsburg e quest’anno ha già firmato ben 8 gol e 5 assist.

Un esterno in piena regola più che un terzino, dunque, ma soprattutto un’alternativa credibile, forse, in caso Hernandez non potesse prendere parte ad una gara.